Feed RSS

Archivi tag: caffè

# 80 Mascarpone, coffee chocolate cake… # 81 una sua versione dairy free… # 82 e una versione ai lamponi!

Inserito il

mascarpone, coffee chocolate cake

Torno di nuovo con una ricetta che avevo fatto per il mio compleanno..e dopo averla scoperta l’ho già sfornata altre 2 volte. (Ahimè ho solo una foto e pure bruttina..ma sapete..quando si è davvero di corsa oltre a scegliere ricette super veloci non c’è nemmeno il tempo per fare le foto!)
Si tratta di una base che ho trovato sul libro California Bakery. Il libro la presenta come German Cake, in cui la base (che io vi propongo) viene ricoperta di glassa fatta con latte condensato, burro, cocco, noci, uova e chi più ne ha più ne metta (ovviamente non nutro nessun dubbio sul livello di goduria di questa copertura).

Io nella prima versione l’ho semplificata al massimo (modificando solo 2 o 3 cosine della ricetta originale): la base è al cacao con un leggero aroma al caffè, quindi ho pensato bene di farcirla con una crema (senza uova) al mascarpone.
Data la sua versatilità e contenendo solo un po’ di panna la volta successiva l’ho resa completamente dairy free, sostituendo la panna con latte di soia e decorandola con panna vegetale montata ricoperta di cocco in scaglie tostato. Perfetta.
La volta dopo ancora, avevo bisogno di una torta velocissima. Ero senza burro, senza panna ma avevo degli ottimi lamponi in freezer (congelati da me). Quindi ho fatto la base usando il latte al posto della panna e affondando nell’impasto tanti bei lamponi ancora congelati. Alla fine spolverata di cacao sembrava proprio un bel tartufo.

Avete presente quando cercate qualcosa di davvero veloce, che sporchi una sola ciotola, che sia buona, umida ma allo stesso tempo leggera?? Ecco a voi la base perfetta! Sbizzarritevi a farcirla e decorarla come più vi piace..i miei sono solo alcuni esempi..ma se vi fidate di me vi consiglio di provarla!

MASCARPONE, COFFEE & CHOCOLATE CAKE

160 gr panna acida (fatta con 120 gr di panna fresca mescolata a 40 gr di aceto di mele e lasciata a riposo 15/20 minuti)
160 gr caffè americano (o 1 moka da uno e acqua calda fino a raggiungere la quantità richiesta, come ho fatto io)
135 gr olio di semi di girasole
2 uova
200 gr di farina 00 (il libro consiglia manitoba, ma a me ha funzionato anche con quella normale)
265 gr zucchero di canna (non riducete, non sarà troppo dolce, ve lo garantisco)
65 gr cacao amaro
8 gr bicarbonato di sodio
vaniglia (l’estratto o i semi di un bacello, oppure se proprio siete senza omettetela)
1 pizzico di sale

250 gr panna fresca
250 gr mascarpone
q.b. di zucchero semolato
cacao

Preriscaldare il forno in modalità ventilato a 160°.
Preparare due stampi da 20 cm Ø imburrati e foderati di carta forno.
In una ciotola (o in quella della planetaria) versare senza mescolare gli ingredienti in questo ordine: caffè, olio, panna acida, uova, vaniglia, farina, zucchero, cacao, bicarbonato e sale.
Lavorare con le fruste elettriche (o con la planetaria), prima piano e poi aumentare la velocità. Montate per un paio di minuti fino a ottenere un composto omogeneo, liquido e ricco di bollicine.
Suddividere l’impasto nei due stampi e cuocere per circa 50 minuti o fino a che uno stecchino non ne uscirà pulito.
Quando è pronta sfornare, dopo 10 minuti togliere dalle teglie e lasciare raffreddare su una gratella.

Poco prima di servire in una ciotola versare la panna ben fredda con il mascarpone, aggiungere lo zucchero a piacere (secondo me 1 cucchiaio è sufficiente, volendo si può anche non mettere), montare con le fruste fino a ottenere un composto sodo.

Disporre il primo disco sul piatto di portata, distribuire circa metà della crema ottenuta e posizionare il secondo disco. Distribuire la crema avanzata e con l’aiuto di una spatolina creare un pò di movimento sulla superficie. Spolverare appena di cacao e servire.
Se vi avanza (anche se dubito) il giorno dopo rimane buonissima.

COCONUT, COFFE & CHOCOLATE CAKE – DAIRY FREE

Ricetta base come sopra sostituendo la panna acida con 120 gr di latte vegetale (soia o cocco) mescolati a 40 gr di aceto di mele

150 gr di panna vegetale da montare
cocco rapè

Preparare la base come indicazioni date sopra.
Preriscaldare il forno a 160°.
Versare il composto in una teglia da 20 cm Ø (dai bordi alti) foderata di carta forno. Cuocere per 50/60 minuti o fino a che uno stecchino non ne uscirà pulito.
Sfornare lasciar raffreddare 10 minuti e spostare su una gratella; lasciare raffreddare completamente.
Montare la panna vegetale fino a che risulti ben soda. Trasferire la torta sul piatto di portata, ricoprire con la panna e spolverate di cocco, precedentemente tostato in padella.
Servire.

RASPBERRY, COFFE & CHOCOLATE CAKE

Ricetta base come sopra. Se la volete fare senza latticini sostituite la panna acida con 120 gr di latte vegetale (soia o cocco) mescolati a 40 gr di aceto di mele, oppure se siete senza panna sostituite la panna acida con 120 gr di latte mescolati a 40 gr di aceto di mele. Funziona comunque benissimo.

Lamponi freschi o surgelati
Cacao

Preparare la base come indicazioni date sopra.
Preriscaldare il forno a 170°.
Versare il composto in una teglia da 22 cm Ø (o anche 24) foderata di carta forno. Affondare i lamponi nell’impasto.
Cuocere per circa 50 minuti o fino a che uno stecchino ne uscirà pulito.
Lasciar raffreddare, spostare sul piatto di portata e spolverare di cacao. Decorare con qualche lampone a piacere.

 

Annunci

Cioccolata del buon risveglio – Dairy free

Inserito il

Cioccolata del buon risveglio

Al mattino bisogna partire con il piede giusto. Ci vuole energia, qualcosa che ci dia sostanza e soddisfi il palato. Senza però rimanere pesante. Il latte di riso è un buon compromesso, rimane leggero, digeribile e un buon sostituto per chi ha problemi di intolleranze.

Pensando alle giornate che ci aspettano nelle prossime settimane questa cioccolata potrebbe diventare un’ottima alleata a colazione. Veloce da fare, tanto quanto un tè o un caffelatte, buona, energetica visto il caffè e il cioccolato e che mette di buon umore.
Oppure ancora potete prepararla per una colazione domenicale o per un brunch con gli amici!
Io ho usato il latte di riso perchè il latte vaccino mi da un pò fastidio, ma ovviamente potete usare il latte che più preferite.

Buona colazione!

Cioccolata del buon risveglio

CIOCCOLATA DEL BUON RISVEGLIO

1 bicchiere di latte di riso Alpro
35 gr cioccolato fondente
1 caffè espresso
cannella

In un pentolino (o al microonde per chi è di fretta) scaldare il latte con il cioccolato, mescolare. Quando il cioccolato è sciolto e il latte è caldo versare la bevanda nella tazza, aggiungere il caffè espresso, spolverare di cannella e sorseggiare immediatamente.

# 40 Semifreddo croccante al tiramisù

Inserito il

Semifreddo croccante al tiramisù

Eccomi tornata, dopo un weekend bello tosto (ammetto che il post di lunedì lo avevo preparato in anticipo, non ne avrei avuto il tempo, ma non volevo lasciarvi senza ricetta). Super festa per la mamma e poi esame universitario. Mi concedo un giorno di risposo e poi si riprende a pieno ritmo a studiare per la sessione di luglio. Non si finisce mai..

Il tiramisù si sa è un classico, la combinazione mascarpone e caffè è veramente un capolavoro. Almeno, a me non stufa mai.
Per innovare questo dolce ogni tanto si possono variare le consistenze e alcuni elementi.
Non sono una amante dei semifreddi, però ogni tanto mi piace mangiarli, non lo nego! Di sicuro con l’avvicinarsi dell’estate possono sostituire il gelato e non dimentichiamoci del grande vantaggio di poterli preparare anche con qualche giorno di anticipo!
Una perfetta soluzione per chi è sempre di corsa, ma non vuole rinunciare a preparare (quando ha tempo) qualcosa fatto con le proprie mani!!

Questa ricetta arriva dal libro Tiramisù e chantilly di Luca Montersino. Ho cambiato la base (ho fatto la pigra, ho usato dei savoiardi confezionati anzichè preparare il pandispagna) e ho diminuito la dose di caffè solubile del semifreddo al caffè! Ah, altra pigrizia: non ho temperato il cioccolato, essendo nascosto non ci si accorge della lucentezza, però perde in croccantezza! Quindi a voi la scelta!
Avviso che con questa dose esce un semifreddo mastodontico (e lui che dichiara sia un dolce per 8 persone, che mangioni!): circa 26 cm Ø per 10 di altezza. Per una misura da 20 cm secondo me ne basta anche la metà!

SEMIFREDDO CROCCANTI AL TIRAMISU’

Per la base tiramisù:
270 gr zucchero semolato
80 gr acqua
140 gr tuorli

Per la meringa italiana:
250 gr zucchero semolato
60 gr acqua
125 gr albume

Meringa italiana e base tiramisù possono essere preparate in anticipo e congelate. Non si ghiacciano perchè è quasi tutto zucchero, quindi possono essere tirate fuori dal freezer al momento dell’utilizzo. Inoltre subendo questo processo di cottura dello zucchero le uova si pastorizzano e quindi vi levate la preoccupazione dell’utilizzo di uova crude.
Per entrambe le preparazioni vale lo stesso procedimento.
In un pentolino portare lo zucchero con l’acqua a 121° (misurare con un termometro da zucchero). Iniziare a montare leggermente gli albumi (o tuorli). Quando lo zucchero raggiungere la temperatura versarlo a filo sugli albumi (o tuorli) mentre la planetaria è in funzione. Lasciare montare fino a raffreddamento.

Per il semifreddo al caffè:
200 gr cioccolato fondente
150 gr base tiramisù
100 gr caffè espresso (oppure un caffè della moka super carico)
10 gr caffè solubile
175 gr meringa italiana
550 gr panna montata (montata, ma ancora un pò morbida, non troppo sostenuta)

Per le sfoglie croccanti fondere il cioccolato e temperare. Preparare 5 fogli di carta forno e disegnarvi 5 cerchi di 20 cm di diametro. Con l’aiuto di una spatola stendere il cioccolato (cercando di rimanere nei cerchi) uniformemente, dovrebbero uscire delle sfoglie alte circa 1 mm. Lasciar cristallizzare e rifinire la forma con un anello di 20 cm di diametro. Lasciar cristallizzare completamente in frigorifero appoggiandovi sopra un peso.
Scogliere il caffè solubile nel caffè espresso, unire alla base tiramisù, poi aggiungervi la meringa all’italiana. Aggiungere la panna montata mescolando delicatamente dal basso verso l’alto.
In un anello (o tortiera foderata di pellicola) di 20 cm di diametro, disporre sul fondo una sfoglia croccante, coprire con 1/4 di semifreddo al caffè e alternare. Alla fine chiudere con una sfoglia di cioccolato. Mettere a congelare per almeno una notte.

Per il semifreddo al mascarpone e la finitura:
200 gr base tiramisù
130 gr meringa italiana
335 gr mascarpone
335 gr panna montata

150 gr savoiardi
120 gr caffè espresso

Unire il mascarpone alla base tiramisù, aggiungere la meringa. Aggiungere insieme la panna mescolando dal basso verso l’alto.
Foderare un anello (o tortiera) di 26 cm di diametro di pellicola. Inzuppare i savoiardi con il caffè e disporre sul fondo. Distribuire circa metà semifreddo al mascarpone, appoggiarvi sopra il disco di semifreddo al caffè congelato e premere leggermente in modo da farlo affondare. Ricoprire con il restante semifreddo, sigillare con pellicolare e congelare.
Sformare, decorare con scagliette di cioccolato o una spolverata di cacao e conservare in freezer fino al momento di servire.

Biscotti cioccolatosi

Inserito il

Biscotti cioccolatosi

Questi biscotti sono cioccolato puro: amari al punto giusto, croccanti ma morbidi al centro, adorabili con un pò di latte freddo!

La ricetta l’ho ricevuta da una piccola appassionata di cucina, amica di famiglia, che della sua esperienza e conoscenza culinaria spesso mi stupisco!
Ho effettuato alcune modifiche per quanto riguarda alcune dosi e ho aggiunto un leggero aroma di caffè. Consiglio a voi (se volete provarli prima di sfornare una quantità industriale) di fare metà dose! Anche se i nostri (circa) 70 biscotti tra una cosa e l’altra sono già spariti!

BISCOTTI CIOCCOLATOSI

600 gr farina
300 gr zucchero di canna
180 gr burro
90 gr panna fresca
100 gr cacao
6 tuorli (oppure 2 uova e 1 tuorlo)
1 cucchiaio di caffè solubile (pestato al mortaio)
1 pizzico di sale
1 bustina di lievito
250 gr cioccolato fondente tritato grossolanamente

Preriscaldare il forno a 180°.
Pesare tutti gli ingredienti, tranne il cioccolato, e lavorarli nella planetaria. In mancanza, impastare a mano. Aggiungere il cioccolato e incorporare. Pesare delle palline di impasto di circa 20 gr, arrotondarle tra i palmi delle mani, disporle sulle teglie e schiacciare con i rebbi di una forchetta.
Infornare per circa 15 minuti.
Per una settantina di biscotti.

Note: io ho iniziato a impastare in planetaria, ma dopo poco ho preferito fare a mano per paura di farla stramazzare. La ricetta originale non prevedeva la panna, ma io ne avevo un fondo da consumare così ho sostituito parte del burro. In questo caso togliere la panna e usare 300 gr di burro.

Biscotti cioccolatosi

# 19 Cake al caffè

Inserito il

Cake al caffè

Un piccolo augurio a tutte le donne!

L’accenno di primavera è stato proprio solo un accenno durato pochi giorni, ha ripreso a piovere. Che noia la pioggia, soprattutto se il tuo impegno principale riguarda la preparazione di un esame noioso. Se potessi starmene tutto il giorno a sfornare torte e biscottini la pioggia credo mi piacerebbe. A dirla tutta non è tanto la pioggia in sè, ma la strana luce che si crea, che nemmeno a mezzogiorno è abbastanza potente per illuminare la stanza, quindi ahimè devo accendere la lampada da scrivania.

Quindi per affrontare questo marzo pazzerello, vi presento questo cake che arriva direttamente dalla cucina di Vaniglia. Lei lo ha proposto per il lunedì mattina, in cui tutti abbiamo bisogno di una bella carica energetica, io ve lo propongo per affrontare una giornata di ombrello, pozzanghere e luce soffusa. Oppure preparatelo per qualche donna speciale, per ringraziarla o anche solo per farle sapere quanto è importante!

Sa di buono, si scioglie in bocca e poi quell’aroma di rum (assolutamente perfetto) mi ha ricordato una torta che mia nonna è da un pò che non fa.

CAKE AL CAFFÈ

200 gr farina
200 gr farina integrale
1 bustina di lievito
1 cucchiaio di caffè solubile
120 gr burro morbido
200 gr zucchero canna
3 uova
1 tazzina colma di caffè ristretto
1 tazzina scarsa di rum
cioccolato fondente a piacere

Preriscaldare il forno a 180°.
Separare i tuorli dagli albumi, montare gli albumi a neve. Mescolare a parte le farine con il lievito e il caffè solubile, poi aggiungere il caffè e il rum. Lavorare il burro con lo zucchero, aggiungere poi un tuorlo per volta. Aggiungervi il composto preparato precedentemente e mescolare. Amalgamare delicatamente, mescolando dal basso verso l’alto, gli albumi montati.
Foderare uno stampo da cake lungo 30 cm con carta forno, versarvi il composto e a piacere spolverare con una grattuggiata di cioccolato o di cioccolato in gocce.
Infornare per 40/45 minuti, fare la prova dello stecchino.

Cake al caffè

Note: se prima che aggiungiate gli albumi vi sembra troppo “duro” non temete, l’albume gli darà poi la giusta consistenza!

La petite casserole

Recettes d'une italienne à Montréal

rise of the sourdough preacher

Of homemade bread, food and other recipes / Una storia di pane fatto in casa, cibo ed altre ricette

Crumpets & co.

...pasticci culinari e non solo...

Mostracci di Elena Terenzi

...Ogni volta dico a me stesso che è l'ultima volta, ma poi sento il profumo della sua cioccolata calda...

atBB's

Under the same roof... an architect, a journalist & a little baby girl

Ostriche

Laboratorio di cucina e altre storie

cakegardenproject

cake garden and plus

Con Un Poco Di Zucchero

Quel che accade nella cucina di una food blogger

https://www.lagreg.it/

...Ogni volta dico a me stesso che è l'ultima volta, ma poi sento il profumo della sua cioccolata calda...

lefrivolezzedisimo

cosa sarebbero la vita e la cucina senza frivolezze ...

Panelibrienuvole

Ricette, suggestioni e divagazioni

Sweetie's Home

...Ogni volta dico a me stesso che è l'ultima volta, ma poi sento il profumo della sua cioccolata calda...

Arabafelice in cucina!

...Ogni volta dico a me stesso che è l'ultima volta, ma poi sento il profumo della sua cioccolata calda...

- VANIGLIA - storie di cucina

...Ogni volta dico a me stesso che è l'ultima volta, ma poi sento il profumo della sua cioccolata calda...

Kitty's Kitchen

...Ogni volta dico a me stesso che è l'ultima volta, ma poi sento il profumo della sua cioccolata calda...

Labna

...Ogni volta dico a me stesso che è l'ultima volta, ma poi sento il profumo della sua cioccolata calda...

Anice e Cannella

...Ogni volta dico a me stesso che è l'ultima volta, ma poi sento il profumo della sua cioccolata calda...

Un dejeuner de soleil

...Ogni volta dico a me stesso che è l'ultima volta, ma poi sento il profumo della sua cioccolata calda...