Feed RSS

Archivi tag: rum

#24 Quadrotti di mele, mandorle e semi di papavero (Gluten free)

Inserito il

Quadrotti di mele, mandorle e semi di papavero

Anche le vacanze di Pasqua sono passate e io proprio non capisco come faccia il tempo a volare sempre più velocemente. Mi sfugge proprio e non riesco a controllare il suo incessante ritmo. Se solo le giornate durassero il doppio…
Spero, nonostante la brevità, che abbiate passato bene queste vacanze!

Per il rientro vi propongo un dolcettino fruttoso e leggero, niente burro nè latticini quindi adatto agli intolleranti, niente farina quindi adatto ai celiaci. Qualcosa di semplice e molto casalingo, sono dei quadrotti che rimangono molto morbidi e si mangiano volentieri dopo pasto.
La ricetta arriva da un libro di cucina delle Dolomiti, l’esecuzione è semplice.
Se vi piace il papavero fateli!!

QUADROTTI DI MELE, MANDORLE E SEMI DI PAPAVERO

100 gr zucchero
4 uova
100 gr farina di mandorle
100 gr semi di papavero
1 bustina di zucchero vanigliato
1/2 bustina di lievito
cannella
succo di 1 limone
2 mele gratuggiate
1 cucchiaio di rum

Preriscaldare il forno a 180°.
Montare lo zucchero e lo zucchero vanigliato con le uova a lungo. A mano aggiungervi le mandorle, il papavero, le mele, il succo di limone, il rum, il lievito e la cannella.
Foderare uno stampo con carta forno e cuocere per circa 40 minuti. Fare la prova dello stecchino.

Note: io ho usato uno stampo quadrato da 20 cm di lato, ma uno tondo da 20 cm Ø dovrebbe andare bene. Se non avete lo zucchero vanigliato omettetelo o sostituitelo con della vaniglia.

# 19 Cake al caffè

Inserito il

Cake al caffè

Un piccolo augurio a tutte le donne!

L’accenno di primavera è stato proprio solo un accenno durato pochi giorni, ha ripreso a piovere. Che noia la pioggia, soprattutto se il tuo impegno principale riguarda la preparazione di un esame noioso. Se potessi starmene tutto il giorno a sfornare torte e biscottini la pioggia credo mi piacerebbe. A dirla tutta non è tanto la pioggia in sè, ma la strana luce che si crea, che nemmeno a mezzogiorno è abbastanza potente per illuminare la stanza, quindi ahimè devo accendere la lampada da scrivania.

Quindi per affrontare questo marzo pazzerello, vi presento questo cake che arriva direttamente dalla cucina di Vaniglia. Lei lo ha proposto per il lunedì mattina, in cui tutti abbiamo bisogno di una bella carica energetica, io ve lo propongo per affrontare una giornata di ombrello, pozzanghere e luce soffusa. Oppure preparatelo per qualche donna speciale, per ringraziarla o anche solo per farle sapere quanto è importante!

Sa di buono, si scioglie in bocca e poi quell’aroma di rum (assolutamente perfetto) mi ha ricordato una torta che mia nonna è da un pò che non fa.

CAKE AL CAFFÈ

200 gr farina
200 gr farina integrale
1 bustina di lievito
1 cucchiaio di caffè solubile
120 gr burro morbido
200 gr zucchero canna
3 uova
1 tazzina colma di caffè ristretto
1 tazzina scarsa di rum
cioccolato fondente a piacere

Preriscaldare il forno a 180°.
Separare i tuorli dagli albumi, montare gli albumi a neve. Mescolare a parte le farine con il lievito e il caffè solubile, poi aggiungere il caffè e il rum. Lavorare il burro con lo zucchero, aggiungere poi un tuorlo per volta. Aggiungervi il composto preparato precedentemente e mescolare. Amalgamare delicatamente, mescolando dal basso verso l’alto, gli albumi montati.
Foderare uno stampo da cake lungo 30 cm con carta forno, versarvi il composto e a piacere spolverare con una grattuggiata di cioccolato o di cioccolato in gocce.
Infornare per 40/45 minuti, fare la prova dello stecchino.

Cake al caffè

Note: se prima che aggiungiate gli albumi vi sembra troppo “duro” non temete, l’albume gli darà poi la giusta consistenza!

rise of the sourdough preacher

Of homemade bread, food and other recipes / Una storia di pane fatto in casa, cibo ed altre ricette

Crumpets & co.

...pasticci culinari e non solo...

Mostracci di Elena Terenzi

...Ogni volta dico a me stesso che è l'ultima volta, ma poi sento il profumo della sua cioccolata calda...

atBB's

Under the same roof... an architect, a journalist & a little baby girl

Ostriche

Laboratorio di cucina e altre storie

Con Un Poco Di Zucchero

Food Blog since 2008

La Greg

...Ogni volta dico a me stesso che è l'ultima volta, ma poi sento il profumo della sua cioccolata calda...

lefrivolezzedisimo

cosa sarebbero la vita e la cucina senza frivolezze ...

https://www.sweetie-home.it/

...Ogni volta dico a me stesso che è l'ultima volta, ma poi sento il profumo della sua cioccolata calda...

Arabafelice in cucina!

...Ogni volta dico a me stesso che è l'ultima volta, ma poi sento il profumo della sua cioccolata calda...

Kitty'sKitchen

...Ogni volta dico a me stesso che è l'ultima volta, ma poi sento il profumo della sua cioccolata calda...

Labna

...Ogni volta dico a me stesso che è l'ultima volta, ma poi sento il profumo della sua cioccolata calda...

Anice e Cannella

...Ogni volta dico a me stesso che è l'ultima volta, ma poi sento il profumo della sua cioccolata calda...

Un déjeuner de soleil

...Ogni volta dico a me stesso che è l'ultima volta, ma poi sento il profumo della sua cioccolata calda...

Call me cupcake

...Ogni volta dico a me stesso che è l'ultima volta, ma poi sento il profumo della sua cioccolata calda...