Feed RSS

Focaccia con semola – LML

Inserito il

focaccia con lml

Ecco uno dei recenti esperimenti con il mio Ciro che mi ha reso assai soddisfatta della sua prestazione: una super focaccia semplice, dalla crosta croccante e dalla mollica che si scioglie in bocca.
Poca lavorazione sull’impasto ma una serie di lunghe lievitazioni. Quindi armatevi di pazienza che potrete dare un morso alla vostra focaccia solo fra circa 26 ore!

Io l’ho già replicata un’altra volta raddoppiando le dosi: ho fatto il doppio dell’impasto, fatto lievitare in frigorifero, lasciato “scaldare” a temperatura ambiente per 3/4 ore e poi separato in due prima delle pieghe per fare due focacce singole.
Mi sa che la prossima volta che la preparo la trasformo in pane greco: focaccia sottile con fette di pomodoro profumate con origano…vi aggiornerò!

Se non vi ho convinto io spero lo abbiano fatto le foto!

focaccia con lml

FOCACCIA CON SEMOLA

70 gr licolì rinfrescato (idratato al 100%)
200 gr acqua
20 gr olio
200 gr di semola rimacinata di grano duro (del Mulino Priula)
150 gr di farina 0
1 cucc.no da caffè di sale

Sciogliere il licolì con l’acqua. Aggiungere l’olio e sbattere leggermente con una forchetta. Versare le farine e iniziare a impastare con il gancio della planetaria per una decina di minuti. Quando inizia a incordare aggiungere il sale e continuare a impastare per altri 5 minuti.
Oliare una ciotola, posizionare l’impasto e coprire con una pellicola, mettere in frigorifero a riposare per circa 16/17 ore.

Togliere dal frigorifero e lasciare a temperatura ambiente per circa 3/4 ore. Impastare leggermente, fare due serie di pieghe a 3 e riporre nella ciotola, coprire e lasciare lievitare per altre 4 ore.

Prendere una teglia pesante di circa 24 cm Ø. Oliarla abbondantemente, ribaltarci dentro l’impasto e schiacciando con i polpastrelli distribuire l’impasto su tutta la superficie, facendo attenzione a non eliminare le bolle d’aria formatesi.
Posizionare in forno a lievitare un’altra oretta, con un pentolino di acqua bollente sul fondo.

Togliere la teglia dal forno. Preriscaldare il forno a 250°.
Preparare un’emulsione di olio, sale e acqua. Quando il forno è caldo spennellare la superficie con l’emulsione, posizionare sul fondo del forno un pentolino con acqua bollente, infornare la focaccia e abbassare la temperatura a 220°.
Dopo 10 minuti togliere il pentolino d’acqua e proseguire la cottura per altri 20 minuti.
Sfornare, lasciar intiepidire e servire.

Annunci

»

  1. Ottima!!!! mi hai fatto venire voglia di impastare!!!
    Baci e buon week end

    Rispondi
  2. E’ bellissima! Ne vale proprio la pena aspettare un po’ di più per un risultato come questo 🙂

    Rispondi
    • eh si! il riposo ha fatto la sua parte, si sa! come con tutti i lievitati in genere! 😉 era davvero squisita, dai e dai alla fine piano piano inizio a conoscere anche io il mio Ciro!

      Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

La petite casserole

Recettes d'une italienne à Montréal

rise of the sourdough preacher

Of homemade bread, food and other recipes / Una storia di pane fatto in casa, cibo ed altre ricette

Crumpets & co.

...pasticci culinari e non solo...

Mostracci di Elena Terenzi

...Ogni volta dico a me stesso che è l'ultima volta, ma poi sento il profumo della sua cioccolata calda...

atBB's

Under the same roof... an architect, a journalist & a little baby girl

Ostriche

Laboratorio di cucina e altre storie

cakegardenproject

cake garden and plus

Con Un Poco Di Zucchero

Quel che accade nella cucina di una food blogger

https://www.lagreg.it/

...Ogni volta dico a me stesso che è l'ultima volta, ma poi sento il profumo della sua cioccolata calda...

lefrivolezzedisimo

cosa sarebbero la vita e la cucina senza frivolezze ...

Panelibrienuvole

Ricette, suggestioni e divagazioni

Sweetie's Home

...Ogni volta dico a me stesso che è l'ultima volta, ma poi sento il profumo della sua cioccolata calda...

Arabafelice in cucina!

...Ogni volta dico a me stesso che è l'ultima volta, ma poi sento il profumo della sua cioccolata calda...

- VANIGLIA - storie di cucina

...Ogni volta dico a me stesso che è l'ultima volta, ma poi sento il profumo della sua cioccolata calda...

Kitty's Kitchen

...Ogni volta dico a me stesso che è l'ultima volta, ma poi sento il profumo della sua cioccolata calda...

Labna

...Ogni volta dico a me stesso che è l'ultima volta, ma poi sento il profumo della sua cioccolata calda...

Anice e Cannella

...Ogni volta dico a me stesso che è l'ultima volta, ma poi sento il profumo della sua cioccolata calda...

Un dejeuner de soleil

...Ogni volta dico a me stesso che è l'ultima volta, ma poi sento il profumo della sua cioccolata calda...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: