Feed RSS

Archivi tag: pomodori

Focaccia croccante

Inserito il

Focaccia croccante

Le ispirazioni per questa ricetta sono state molteplici. Volevo provare a fare il famoso pane senza impasto, ma il pane mi serviva per sera e non avevo tempo abbastanza. Volevo allora fare qualcosa di croccante e goloso per accompagnare una grigliata serale. Ecco quindi che sono capitata qui e ho visto questa bellissima focaccia, rosmarino e limone! Che invenzione! La quale ricetta era una interpretazione di una ricetta di Aniceecannella.
Io le ho prese, lette, mi sono resa conto di non avere né i fiocchi di patate né lo strutto e ho deciso di farla lo stesso a modo mio.
Risultato eccezionale. La focaccia con i pomodorini lo sanno tutti che è buona, ma quella limone e rosmarino no, quindi vi invito davvero a provarla. Soprattutto se fate una grigliata, aiuta a pulire la bocca dai sapori!

Sappiate che è una focaccia bassa, ma che focaccia!!

FOCACCIA CROCCANTE

500 gr farina macinata a pietra
9 gr lievito di birra
1/2 cucchiaino di miele o malto d’orzo
10 gr di sale
25 gr olio evo
300 gr acqua circa

olio, sale
pomodorini e origano fresco
1 limone non trattato e rosmarino fresco

In una ciotola versare la farina, il sale, il miele, l’olio e il lievito. Versarvi a pioggia l’acqua e iniziare a mano a impastare. Aggiungere tanta acqua da ottenere un impasto molto morbido, un poco appiccicoso (io l’acqua l’ho usata tutta). Coprire la ciotola con una pellicola e lasciare lievitare per circa 2 ore e mezza.

Riprendere l’impasto. Ungere bene di olio un piano e le mani. Sempre con le mani stendere l’impasto in modo da ottenere un rettangolo, ripiegare il lembo sinistro verso il centro e sovrapporre il lembo destro sul sinistro (come le pieghe di una brochure diciamo). Dividere l’impasto a metà e ripetere per ciascun panetto le stesse pieghe. Formare due pagnottine, coprire e lasciare lievitare per un’altra oretta.

Preparare due teglie ben unte, su ciascuna disporvi un panetto e stendere l’impasto solo lavorandolo con i polpastrelli delle dita. Preparare un’emulsione di acqua e olio, spennellare. Lasciare riposare per mezz’ora o per un altro paio di ore (la ricetta originale prevedeva mezz’ora, ma io ho avuto un imprevisto e quindi l’ho lasciata a lievitare un altro paio di orette).
Nel mentre preparare i pomodorini. Lavarli, asciugarli, tagliarli a fettine e condirli con olio, sale e origano fresco.

Preriscaldare il forno a circa 240°.
Su una delle focacce distribuire i pomodorini con il loro succo. Infornare per circa 10/15 minuti.
Nel mentre lavare il limone e il rosmarino, asciugare bene, tagliare il limone a fette sottili, distribuire le fette sulla focaccia, distribuire il rosmarino, spolverare di sale pepe e un filo d’olio. Infornare per circa 10/15 minuti.

Note: consiglio di cuocere una focaccia per volta. I tempi so che vi sembreranno brevissimi. Io ho usato il programma pane del mio forno alla temperatura massima, e vi posso garantire che dopo 10 minuti erano già cotte entrambe: croccanti fuori e morbide e areate dentro.

Pizza bianca integrale con zucchine e pomodorini

Inserito il

Pizza bianca integrale con zucchine e pomodorini

Nella speranza che il tempo migliori e la primavera si faccia avanti vi propongo oggi questa gustosa pizza/focaccia per niente impegnativa.
É perfetta per una serata divano+film/partita perchè non servono coltelli e forchette, oppure da portare al posto del pane in un pic-nic domenicale ( sole+amici+picnic+pizza= 🙂 ).

L’impegno è davvero minimo, non bisogna impastare nè sporcare mille vettovaglie, l’unica cosa da tenere in considerazione sono i tempi!! Se la volete per pranzo dovete portarvi avanti la sera prima, ma se la preparate per cena basta iniziare all’orario di pranzo e i tempi sono perfetti! La ricetta è nata vedendo l’esecuzione della focaccia integrale di Gabriele Bonci, ho infatti mantenuto il rapporto farina-acqua e farina-lievito. Ho modificato le farine e ne ho fatto una pizza!

Vi consiglio davvero davvero di provarla, è super-semplice e la soddisfazione che proverete dandole un morso vi convincerà a farla di nuovo!

PIZZA BIANCA INTEGRALE CON ZUCCHINE E POMODORINI

100 gr farina 0
300 gr farina integrale
200 gr semola di grano duro
400 gr acqua
4 gr lievito di birra secco
1 cucchiaino di malto d’orzo (o miele)
1 cucchiaio raso di sale

2 zucchine, tagliate a fette per il lungo e grigliate leggermente
2 manciate di pomodorini ciliegina
q.b. formaggella morbida, pecorino morbido (o altro formaggio a piacere)
prosciutto crudo

In una ciotola miscelare le farina e il lievito. Sciogliere nell’acqua il malto d’orzo. Versare l’acqua sulle farine mescolando con un cucchiaio, fino a che non avranno assorbito tutta l’acqua. Aggiungere il sale e mescolare ancora. Versare l’impasto in una ciotola ben unta, coprire con una pellicola e lasciare  lievitare per 4 o 5 ore a temperatura ambiente.

Preparare due teglie ben unte di olio (io ho usato una tonda da 30 cm Ø e una rettangolare da 30×40 cm circa), suddividere l’impasto in misura proporzionale alle dimensioni delle teglie e adagiarvi l’impasto. Utilizzando le dite delle mani (unte di olio) stendere l’impasto su tutta la superficie della teglia. Lasciare lievitare nel vano del forno chiuso per circa 1 o 2 ore.

Togliere le teglie dal forno e preriscaldarlo a 230° .
Lavare i pomodorini e tagliarli a metà. Tagliare il formaggio a dadini. Distribuire i formaggi sulla superficie, proseguire con le zucchine e i pomodorini. Salare leggermente il tutto, versare un filo di olio e infornare nella parte bassa del forno per circa 10/15 minuti. Passato questo tempo spostare la pizza nella parte alta del forno per altri 10 minuti.
Verificare la cottura della base, se colorata sfornare.
Tagliare e servire calda con del crudo appena affettato, oppure far raffreddare, tagliare e portare con se per un pic-nic!

Note: se volete è possibile preparare l’impasto la sera prima e lasciarlo lievita tutta notte in frigorifero. La mattina dopo lo si distribuisce nelle teglie, lo si lascia lievitare e si cuoce come da indicazioni sopra!

rise of the sourdough preacher

Of homemade bread, food and other recipes / Una storia di pane fatto in casa, cibo ed altre ricette

Crumpets & co.

...pasticci culinari e non solo...

Mostracci di Elena Terenzi

...Ogni volta dico a me stesso che è l'ultima volta, ma poi sento il profumo della sua cioccolata calda...

atBB's

Under the same roof... an architect, a journalist & a little baby girl

Ostriche

Laboratorio di cucina e altre storie

Con Un Poco Di Zucchero

Food Blog since 2008

La Greg

...Ogni volta dico a me stesso che è l'ultima volta, ma poi sento il profumo della sua cioccolata calda...

lefrivolezzedisimo

cosa sarebbero la vita e la cucina senza frivolezze ...

https://www.sweetie-home.it/

...Ogni volta dico a me stesso che è l'ultima volta, ma poi sento il profumo della sua cioccolata calda...

Arabafelice in cucina!

...Ogni volta dico a me stesso che è l'ultima volta, ma poi sento il profumo della sua cioccolata calda...

Kitty'sKitchen

...Ogni volta dico a me stesso che è l'ultima volta, ma poi sento il profumo della sua cioccolata calda...

Labna

...Ogni volta dico a me stesso che è l'ultima volta, ma poi sento il profumo della sua cioccolata calda...

Anice e Cannella

...Ogni volta dico a me stesso che è l'ultima volta, ma poi sento il profumo della sua cioccolata calda...

Un déjeuner de soleil

...Ogni volta dico a me stesso che è l'ultima volta, ma poi sento il profumo della sua cioccolata calda...

Call me cupcake

...Ogni volta dico a me stesso che è l'ultima volta, ma poi sento il profumo della sua cioccolata calda...