Feed RSS

Archivi tag: pinoli

Gelato malaga a modo mio

Inserito il

gelato malaga

In vista del weekend e di qualche cena tra amici vi lascio la ricetta della mia ultima versione di gelato senza gelatiera che vi permette di ottenere un gelato cremosissimo mescolando semplicemente pochi ingredienti.. il trucco sta nell’aggiungere alla panna il latte condensato e una piccolissima dose di alcolico in modo da abbassare il punto di congelamento del composto e avere sempre una consistenza soffice, mai ghiacciata!

Ho preparato il gusto malaga perchè la nonna ci aveva regalato dell’uvetta sotto grappa ed ero curiosa di usarla in qualche preparazione. Il sapore (e la presenza della grappa) forse non è adatto per dei piccoli assaggiatori, ma sono sicura che incontra il gusto di molti adulti!
La regola è semplice, quindi sbizzarritevi a creare il gusto che più vi piace!

gelato malaga

GELATO MALAGA A MODO MIO

250 gr panna fresca
170 gr latte condensato
2 cucchiai di uvetta alla grappa
2 cucchiai di grappa (dell’uvetta ammollata)
3 cucchiai di pinoli tostati leggermente in padella

Un paio di ore prima di preparare il gelato tostare i pinoli e porre il latte condensato in frigorifero.

Nella ciotola della planetaria versare la panna con il latte condensato montare fino a ottenere una spuma soffice e soda. Aggiungere l’uvetta, la grappa e i pinoli e mescolare delicatamente. Versare in un contenitore ermetico o in uno stampo foderato, coprire e lasciar riposare in congelatore per almeno 6 ore.
Togliere dal freezer e servire subito.

# 59 Crostata rustica di mele e pere

Inserito il

Crostata di mele e pere

Eccomi tornata, dopo un weekend all’insegna di visite, passeggiate, mangiate condivise con la nonna, le cugine e la sorella. Ci siamo divertite, indubbiamente!
A Berlino, come anche qui, l’autunno ancora non si vede, o meglio, si intravede visto che i colori stanno cambiando, ma l’aria è ancora bella tiepidina. Se c’è una cosa che adoro dell’autunno sono le foglie arancioni che invadono marciapiedi, aiuole e piazze…e mi sono riempita gli occhi di queste immagini visto che a Berlino di alberi ce ne sono davvero tantissimiii!

Questa ricetta richiama un po’ i colori autunnali, il giallo, il marrone, il nocciola e indubbiamente anche i sapori. Non è una torta nuova, vi sembrerà vista e rivista, ma è nata così usando la frutta che avevo in casa a cui ho voluto dare un profumo autunnale e un aspetto rustico. Ho aggiunto pinoli e uvetta, grandi classici delle torte di mele e pere, ma si sa che i classici non stancano mai!!

CROSTATA RUSTICA DI MELE E PERE

Frolla integrale:
ricetta qui

Ripieno:
6 mele (le mie non erano molto grandi, quindi potrebbero corrispondere a 4 molto grandi)
3 pere
80 gr uvetta, sciacquata
35 gr pinoli
q.b. burro
q.b. zucchero di canna
q.b. marsala
q.b. pane grattugiato

Preparare la frolla e metterla a riposare per un’ora in frigorifero.
Pelare e detorsolare le mele e le pere, tagliarle a fettine sottili. In una padella antiaderente far sciogliere una noce di burro, aggiungere la frutta, lo zucchero di canna (io ho messo 2 cucchiai) e lasciare cuocere a fiamma viva per circa 10/15 minuti, in modo che si asciughino leggermente. Spegnere, spostare in un piatto e lasciar raffreddare.
Coprire l’uvetta con il marsala e lasciare riposare. In un pentolino tostare i pinoli per 1/2 minuti.

Preriscaldare il forno a 180°. Imburrare e infarinare una teglia di 20 cm Ø.
Con l’aiuto di un matterello stendere i 2/3 della frolla integrale e foderare lo stampo. Creare un bordo abbastanza alto in modo che riesca a contenere la frutta. Distribuire sul fondo una spolverata uniforme di pane grattugiato (circa 3/4 cucchiai). Scolare l’uvetta dal marsala, aggiungerla alla frutta insieme ai pinoli e mescolare. Disporre la frutta nel guscio di frolla, schiacciandola leggermente. Spolverare nuovamente con un paio di cucchiai di pane grattugiato. Creare delle briciole con la pasta frolla rimasta e disporle in modo da coprire uniformemente tutta la superficie.
Infornare per circa 40 minuti. Lasciare intiepidire e sformare.

Crostata di mele e pere

rise of the sourdough preacher

Of homemade bread, food and other recipes / Una storia di pane fatto in casa, cibo ed altre ricette

Crumpets & co.

...pasticci culinari e non solo...

Mostracci di Elena Terenzi

...Ogni volta dico a me stesso che è l'ultima volta, ma poi sento il profumo della sua cioccolata calda...

atBB's

Under the same roof... an architect, a journalist & a little baby girl

Ostriche

Laboratorio di cucina e altre storie

Con Un Poco Di Zucchero

Food Blog since 2008

La Greg

...Ogni volta dico a me stesso che è l'ultima volta, ma poi sento il profumo della sua cioccolata calda...

lefrivolezzedisimo

cosa sarebbero la vita e la cucina senza frivolezze ...

https://www.sweetie-home.it/

...Ogni volta dico a me stesso che è l'ultima volta, ma poi sento il profumo della sua cioccolata calda...

Arabafelice in cucina!

...Ogni volta dico a me stesso che è l'ultima volta, ma poi sento il profumo della sua cioccolata calda...

Kitty'sKitchen

...Ogni volta dico a me stesso che è l'ultima volta, ma poi sento il profumo della sua cioccolata calda...

Labna

...Ogni volta dico a me stesso che è l'ultima volta, ma poi sento il profumo della sua cioccolata calda...

Anice e Cannella

...Ogni volta dico a me stesso che è l'ultima volta, ma poi sento il profumo della sua cioccolata calda...

Un déjeuner de soleil

...Ogni volta dico a me stesso che è l'ultima volta, ma poi sento il profumo della sua cioccolata calda...

Call me cupcake

...Ogni volta dico a me stesso che è l'ultima volta, ma poi sento il profumo della sua cioccolata calda...