Feed RSS

Archivi tag: panettone

Panettone con crema al mascarpone

Inserito il

Panettone con mascarpone

Visto che le feste non sono ancora finite e qui al nord è usanza mangiare il panettone fino alla befana vi propongo un’idea velocissima per servire il panettone in un modo alternativo!

Anziché preparare la solita crema al mascarpone da accompagnare alla fetta di panettone ne ho fatto un dolce a strati! Ed è super veloce: no uova, no bilancia ( nel caso in cui abbiate le confezioni della giusta misura)!

Allora prima di lasciarvi la ricetta vi auguro un buon inizio di 2014!
E se non volete farvi mancare i dolci per il 2014 ricordatevi che…chi sforna dolci il primo dell’anno li sfornerà tutto l’anno!

Queste dosi sono per circa 6 bicchieri! Io consiglio di preparare il dolce con qualche ora di anticipo (va benissimo anche la mattina per la sera) in modo che i sapori si amalgamino bene!

PANETTONE AL MASCARPONE

250 gr panna fresca
250 gr mascarpone
2 cucchiai colmi di zucchero
150 gr acqua
75 gr zucchero
85 gr Marsala
70 gr cioccolato fondente tritato grossolanamente
Panettone

In un pentolino portare a ebollizione l’acqua con lo zucchero (75 gr). Quando lo zucchero si è sciolto spegnere, aggiungere il marsala e lasciare da parte.
Accendere il forno in modalità grill.
Tagliare il panettone a fette e ritagliare, con l’aiuto di un coppapasta, 3 dischi per ogni bicchiere. Disporre il panettone su una teglia e tostare in forno per qualche minuto. Togliere e tenere da parte.
Con le fruste elettriche lavorare il mascarpone con lo zucchero (2 cucchiai), aggiungere la panna e lavorare fino ad ottenere una consistenza montata e soffice.
Preparare i bicchieri. Sul fondo di ogni bicchiere disporre un disco leggermente inzuppato nella bagna. Con l’aiuto di una sac a poche distribuire un pò di crema, spolverare con il cioccolato tritato. Coprire con un altro disco di panettone inzuppato, coprire con crema, cioccolato e chiudere con panettone.
Coprire con pellicola e lasciare riposare in frigorifero fino al momento di servire. Spolverare di zucchero a velo e servire.

Un quasi Trifle

Inserito il

Una sorta di trifle

“Avanzo di crema pasticciera all’arancia. Fondo di panna fresca in scadenza. Il primo panettone aperto del periodo. E mi si illumina la lampadina…finalmente Trifle!”

Questo è il pensiero che ho fatto qualche tempo fa quando, al solito, erano rimasti avanzi di preparazioni dolciarie. Visto che immagino che anche nei vostri frigoriferi stazionano fondi di crema, panna, torte o panettoni vi aiuto a reinventare questi elementi per portare in tavola un dolce che all’aspetto sarà tutto nuovo!

Del trifle ve ne avevo già raccontato, parlando del libro English Puddings di Stefano Arturi (questo il suo blog).
Si tratta di un dolce tipico del repertorio inglese, che si realizza facendo degli strati di pan di spagna inzuppato di liquore, frutta fresca, crema inglese e syllubub o panna montata. Il syllubub è una spuma ottenuta profumando della panna fresca con liquore, succo di limone e addolcendo con zucchero. Spero di riuscire a realizzarlo presto.
Ora, visto che il trifle ben si presta a essere personalizzato, italianizzato e velocizzato ho deciso di rielaborare la ricetta in funzione degli ingredienti che avevo a disposizione e di farlo a modo mio.

Perchè quasi trifle? Perchè rileggendo (dopo aver realizzato i bicchieri) le ricette del libro ho visto che rispetto alla classica non ho usato il liquore e ho invertito l’ordine di montaggio: ho messo la frutta tra la crema e la panna quando andrebbe sotto la crema.
Credo siano dettagli su cui si possa sorvolare! Il liquore penso sia meglio evitarlo se fate il dolce anche per bambini; mentre la frutta se messa sopra la crema e questa non è soda (la mia aveva anche un poco di gelatina e panna montata all’interno) tende a sprofondare, quindi meglio metterla direttamente sotto.

Purtroppo non ho dosi da darvi, trattandosi di un recupero di ingredienti che avevo già pronti. Prevedo che lo realizzerò di nuovo a breve, quindi vi aggiornerò in maniera più dettagliata.

UN QUASI TRIFLE

panettone classico
liquore o sciroppo di zucchero aromatizzatto (io sciroppo fatto con zucchero acqua e arancia)
crema pasticcera all’arancia o vaniglia o limone (io crema all’arancia)
arance
panna fresca

Tostare il panettone (circa una fetta per bicchiere) leggermente. Disporlo sul fondo di una coppetta o bicchiere. Bagnare con qualche cucchiaino di liquore a piacere o sciroppo di frutta. Distribuire con un cucchiaio la crema pasticciera fredda. Pelare a vivo l’arancia, tagliare a pezzetti e disporre nel bicchiere sopra la crema, in modo che si veda in trasparenza. Montare leggermente la panna, deve essere soffice, non ipermontata. Coprire con panna a cucchiaiate, spolverare con scorza d’arancia e lasciar riposare almeno un’ora in frigorifero.

Affondare il cucchiaino in cotanta goduria, chiudere gli occhi e gustare in assoluto silenzio!

rise of the sourdough preacher

Of homemade bread, food and other recipes / Una storia di pane fatto in casa, cibo ed altre ricette

Crumpets & co.

...pasticci culinari e non solo...

Mostracci di Elena Terenzi

...Ogni volta dico a me stesso che è l'ultima volta, ma poi sento il profumo della sua cioccolata calda...

atBB's

Under the same roof... an architect, a journalist & a little baby girl

Ostriche

Laboratorio di cucina e altre storie

Con Un Poco Di Zucchero

Food Blog since 2008

La Greg

...Ogni volta dico a me stesso che è l'ultima volta, ma poi sento il profumo della sua cioccolata calda...

lefrivolezzedisimo

cosa sarebbero la vita e la cucina senza frivolezze ...

https://www.sweetie-home.it/

...Ogni volta dico a me stesso che è l'ultima volta, ma poi sento il profumo della sua cioccolata calda...

Arabafelice in cucina!

...Ogni volta dico a me stesso che è l'ultima volta, ma poi sento il profumo della sua cioccolata calda...

Kitty'sKitchen

...Ogni volta dico a me stesso che è l'ultima volta, ma poi sento il profumo della sua cioccolata calda...

Labna

...Ogni volta dico a me stesso che è l'ultima volta, ma poi sento il profumo della sua cioccolata calda...

Anice e Cannella

...Ogni volta dico a me stesso che è l'ultima volta, ma poi sento il profumo della sua cioccolata calda...

Un déjeuner de soleil

...Ogni volta dico a me stesso che è l'ultima volta, ma poi sento il profumo della sua cioccolata calda...

Call me cupcake

...Ogni volta dico a me stesso che è l'ultima volta, ma poi sento il profumo della sua cioccolata calda...