Feed RSS

Archivi tag: miele

# 69 Girasoli croccanti

Inserito il

crostatine croccanti girasole

Le previsioni sembrano dire che sta per arrivare un gran freddo, con neve e temperature sotto zero! E io prevedo quindi che il sole come quello dell’ultimo weekend ce lo dovremo scordare per un pò.
Ed ecco che sfornerete queste tortine, crostatine, biscottini…ripiene di croccante di semi di girasole e il sole spunterà nella vostra cucina!

I semi di girasole fanno benissimo, e convinciamoci che il benessere che otteniamo dai semi non sia vanificato dal burro, dalla panna e dallo zucchero della ricetta. Perchè dovete assolutamente provare queste delizie!

La mamma ha tirato fuori la ricetta da un libro di biscotti tedesco per bambini che si chiama Kinderleichte Weihnachtsbäckerei für kleine Leute. Era da 15 anni che non venivano sfornati in questa casa, e io mi domando: perchè abbiamo aspettato così tanto??
Se non vi piacciono i semi di girasole fate un mix di nocciole, mandorle, pinoli tritati grossolanamente. Penso che il risultato sia altrettanto sublime.

GIRASOLI CROCCANTI

Per la frolla:
300 gr farina 00
100 gr zucchero semolato
100 gr burro
1 uovo
1 pizzico di sale

Per il ripieno:
40 gr miele (io millefiori)
80 gr panna fresca
40 gr burro
80 gr zucchero
150 gr di semi di girasole

Preparare la frolla con l’aiuto di un mixer. Versare la farina, lo zucchero, il sale e il burro e azionare qualche istante. Aggiungere l’uovo, azionare fino a che non si formi una palla. Coprire con pellicola e lasciare riposare per mezz’ora in frigorifero.

Preriscaldare il forno a 200°.
Stendere la frolla a una altezza di circa 2/3 mm e ritagliare dei cerchi della misura per foderare dei pirottini di carta (misura del muffin). Bucherellare sul fondo e infornare per 5 minuti.
In un pentolino pesare il miele, lo zucchero, la panna e il burro portare a bollore e cuocere per circa 5 minuti, passato il tempo aggiungere i semi, mescolare e spegnere.
Sfornare i gusci di frolla e riempire con il caramello. Infornare per ulteriori 10/15 minuti.
Lasciare raffreddare e gustare.

Note: con queste dosi me ne sono usciti circa 25 pezzi. Non spaventatevi, non sono troppi! Anzi ne vorrete di più!!

Aspettando Natale…Casetta pandizenzero

Inserito il

casetta pandizenzero

Meglio tardi che mai..sono rientrata dopo una settimana impegnativa con l’ultimo appuntamento della rubrica natalizia!
Per finire in grande vi propongo la casetta di pandizenzero!
Un dolce perfetto come centro tavola per rallegrare l’atmosfera e un bel modo per far divertire i bimbi a costruire e decorare la loro casetta!

Divertitevi e sbizzarritevi!

Ah, la ricetta del biscotto arriva da qui!

CASETTA PANDIZENZERO

360 gr farina
1 cucchiaino di zenzero in polvere
1/2 cucchiaino di cannella in polvere
1 cucchiaino di spezie miste
160 gr burro
6 cucchiai colmi di miele (io d’acacia)

albume, zucchero a velo e limone
zuccherini, palline, penne colorate…

In un mixer versare tutti gli ingredienti e azionare per qualche istante, fino a che l’impasto stia insieme. Coprire con pellicola e lasciare riposare un’ora in frigorifero. Nel frattempo preparare le sagome di cartone per la casetta.

Preriscaldare il forno a 180°.
Stendere l’impasto, ritagliare le sagome, ritagliare eventuali finestrelle e cuocere per circa 15/20 minuti, fino a che risultano dorate.
Lasciare raffreddare completamente.

Preparare una glassa densa con un goccio di succo di limone e poco albume. Aggiungere tanto zucchero a velo da ottenere una glassa piuttosto sostenuta.
Versare la glassa in una sac a poche e costruire la casetta su un piatto di portata. Decorare il tetto, la porta e applicare gli zuccherini a piacere.

# 57 Panbrioche di farro, miele e ciliegie – Dairy free

Inserito il

Panbrioche al farro, miele e ciliegie

Finalmente oggi riprendo la conta delle torte, se no non arrivo nemmeno a le100eunatorta !
Questa è una bella ricettina per colazione. Se siete come me che non vi accontentate di qualunque cosa per il primo pasto della giornata (e soprattutto non amate i dolci confezionati) preparatela, poi mangiatela così o tostata o spalmata di marmellata! Ne sarete soddisfatti!

Quando mi sono messa a pesare ero partita con l’idea di fare un normale panbrioche. Poi non avevo nè la farina 0 nè la manitoba allora ho scelto di adottare la farina di farro (che ben sostituisce le farine di forza), usare il miele e renderlo privo di latticini!! Con questi ingredienti il lievitato vi rimarrà bello umido, con una struttura leggermente compatta! La combinazione di sapori per me è davvero azzeccata!
E non spaventatevi per il procedimento, non è difficile. Ci sono solo un pò di tempi di riposo a cui badare!
Buona giornata!

PANBRIOCHE DI FARRO, MIELE E CILIEGIE

250 gr farina 00
250 gr farina di farro integrale
10 gr lievito di birra disidratato
1/2 cucchiaino di cannella
60 gr olio evo
1 uovo
80 gr miele (io ho usato millefiori, il miele d’acacia è più neutro) + un pò per glassare
300 gr latte di soia Alpro
1 pizzico di sale
60 gr scorzette d’arancia
200 gr ciliegie sciroppate sgocciolate (io ne ho usate 200 gr, ma consiglio di usarne anche il doppio!)

Mescolare nella ciotola della planetaria le farine, il lievito, la cannella, l’olio e l’uovo. Mescolare parte del latte di soia con il miele e scaldare leggermente a microonde, in modo che il miele sia ben sciolto. Aggiungere alle polveri insieme al restante latte e mescolare velocemente con l’aiuto di una forchetta. Agganciare la ciotola all’impastatrice e utilizzare il gancio. Azionare la planetaria e lasciare lavorare a bassa velocità per 5 minuti. Aggiungere il pizzico di sale e continuare a impastare. L’impasto vi sembrerà troppo morbido all’inizio ma tutti i liquidi si assorbiranno durante la lavorazione. Formare una palla, riporre nella ciotola, coprire con pellicola e lasciare a temperatura ambiente per 2 ore.

Riprendere l’impasto. Su un piano infarinato stendere (utilizzando solo le mani) l’impasto in modo da ottenere un rettangolo. Effettuare le pieghe a 3 (come se doveste chiudere un volantino, prima piegate il lembo sinistro verso il centro, poi il destro a coprire il sinistro). Arrotolare ora l’impasto sul lato corto partendo dall’alto. Con l’aiuto dei pollici creare dei giri stretti.
Stendere di nuovo l’impasto utilizzando sempre e solo le mani in un rettangolo di circa 40×20 cm. Distribuirvi la scorza d’arancia a dadini e le ciliegie sciroppate e sgocciolate, spolverate appena appena di farina. Arrotolare l’impasto sul lato lungo. Tagliare circa 8 fette piuttosto alte. Ungere una teglia a ciambella di olio e disporvi le fette in modo che la spirale sia rivolta verso l’alto. Coprire con pellicola e lasciare a lievitare per un’ora e mezza.

Preriscaldare il forno a 200°.
Infornare il panbrioche e cuocere per 15 minuti a 200°. Abbassare la temperatura a 180° e proseguire per altri 30 minuti. Coprire con della carta stagnola, abbassare la teglia verso il fondo del forno e cuocere per altri 10 minuti.
Sfornare. Se si stacca facilmente sformare subito dalla teglia, altrimenti aspettare il raffreddamento. Appena sfornato spennellare la superficie con miele.

Panbrioche al farro, miele e ciliegie

Macedonia vitaminica

Inserito il


Macedonia vitaminica

Non credete anche voi che questo continuo altalenarsi di sole-pioggia e caldo-freddo provi il nostro fisico??
Apri l’ombrello, ti inzuppi tutto, chiudi l’ombrello…esci con il piumino, spunta il sole, inizi a bollire, togli il piumino, il sole si rannuvola, ti geli.
Quindi ecco a voi una soluzione per il cambio di stagione, che dia le vitamine e le energie per non debilitarsi!

Pompelmo giallo, pompelmo rosa e arancia: frutti ricchi di fibre e vitamine A B C e flavonodi e numerosi sali minerali.
Mandorle: caratterizzate dall’alto apporto energetico contengono anche vitamine B ed E, magnesio, ferro, rame, potassio e fosforo.
Semi di sesamo: oltre a contenere numerosi sali minerali è molto ricco tra gli altri di calcio e zinco, contiene anche omega 3 e rafforza il sistema immunitario.
Miele: molto energetico è facilmente digeribile essendo composto da zuccheri semplici, ricco di enzimi, vitamine e oligoelementi.

MACEDONIA VITAMINICA

1 pompelmo giallo
1 pompelmo rosa
2 arance
2 cucchiai di semi di sesamo
30 mandorle con la pellicina
miele di lavanda

Tagliare a metà i pompelmi, con un coltello cercare di estrarre la polpa facendo scorrere la lama vicino alla buccia cercando di non bucare la scorza. Tagliare la polpa a cubi. Per le arance tagliare la base e la cima, far scorrere la lama del coltello tra la polpa e la scorza dall’alto verso il basso, seguendo la forma del frutto, tagliare la polpa a cubi. Tostare i semi di sesamo per un minuto in una pentola antiaderente. In una ciotola mescolare i tre frutti, aggiungere il sesamo (tenere da parte un cucchiaino) e le mandorle tagliate grossolanamente. Distribuire la frutta nelle ciotoline ottenute svuotando la scorza del pompelmo, distribuire il sesamo rimanente e a filo versare qualche cucchiaino di miele.

Il succo che rimane travasatelo in un bicchiere e bevetelo!

Note: la frutta è a vostro gradimento, anche i semi e la frutta secca, potete creare qualunque combinazione. Se siete di fretta potete tralasciare di pulire i pompelmi lasciando intatta la buccia, ma potete seguire lo stesso metodo di pulizia delle arance, in modo che la frutta sia pulita a vivo. Io ho usato miele di lavanda perchè dolce e crea un buon contrasto con l’amaro del pompelmo, anche il tipo di miele è a vostra discrezione.

Coppa yogurt e zucca

Inserito il

Coppa yogurt e zucca

Avete voglia di qualcosa di dolce e coccoloso e avete appena messo ad arrostire delle fette di zucca nel forno?
Se amate la zucca dovete preparare assolutamente questa coppa, che sia per colazione, merenda o dopo pranzo/cena!

Impegno zero, anzi la preparazione è quasi rilassante!!
Le dosi sono indicative, fate tutto a occhio e assaggiate e regolatevi in base al vostro gusto…è da fare rigorosamente senza bilancia, se no che relax è?

COPPA YOGURT E ZUCCA

Per 2 persone:
Mescolare 250 gr yogurt greco o naturale con 1 o 2 cucchiai di miele (io consiglio di castagno) e versarlo sul fondo di due coppe. Tagliare a tocchetti 3 fette di zucca precedentemente arrostite e disporle sullo yogurt. Spolverare con cannella, un filo di miele e zucchero di canna. Accompagnare con un biscottino croccante!

rise of the sourdough preacher

Of homemade bread, food and other recipes / Una storia di pane fatto in casa, cibo ed altre ricette

Crumpets & co.

...pasticci culinari e non solo...

Mostracci di Elena Terenzi

...Ogni volta dico a me stesso che è l'ultima volta, ma poi sento il profumo della sua cioccolata calda...

atBB's

Under the same roof... an architect, a journalist & a little baby girl

Ostriche

Laboratorio di cucina e altre storie

Con Un Poco Di Zucchero

Food Blog since 2008

La Greg

...Ogni volta dico a me stesso che è l'ultima volta, ma poi sento il profumo della sua cioccolata calda...

lefrivolezzedisimo

cosa sarebbero la vita e la cucina senza frivolezze ...

https://www.sweetie-home.it/

...Ogni volta dico a me stesso che è l'ultima volta, ma poi sento il profumo della sua cioccolata calda...

Arabafelice in cucina!

...Ogni volta dico a me stesso che è l'ultima volta, ma poi sento il profumo della sua cioccolata calda...

Kitty'sKitchen

...Ogni volta dico a me stesso che è l'ultima volta, ma poi sento il profumo della sua cioccolata calda...

Labna

...Ogni volta dico a me stesso che è l'ultima volta, ma poi sento il profumo della sua cioccolata calda...

Anice e Cannella

...Ogni volta dico a me stesso che è l'ultima volta, ma poi sento il profumo della sua cioccolata calda...

Un déjeuner de soleil

...Ogni volta dico a me stesso che è l'ultima volta, ma poi sento il profumo della sua cioccolata calda...

Call me cupcake

...Ogni volta dico a me stesso che è l'ultima volta, ma poi sento il profumo della sua cioccolata calda...