Feed RSS

Archivi tag: frutti di bosco

# 88 Crostata alla frutta…per augurare GOOD LUCK!

Inserito il

Crostata ai frutti di bosco

Questa più che essere una ricetta vuole essere un’idea!
Mi sono trovata a salutare un amico che è partito per iniziare un dottorato a Londra della durata di 5 anni!
Londra è dietro l’angolo e conto di andare a trovarlo il più possibile, senza considerare che tornerà per le feste comandate…quindi alla fine ci vedremo più di prima. Nonostante ciò, ho voluto fargli un “in bocca al lupo” speciale attraverso questa crostata con i colori della bandiera della Gran Bretagna.

La preparazione è davvero semplicissima, ci vuole solo un pò di pazienza a disporre i frutti di bosco in maniera precisa! Ovviamente se non dovete preparare una crostata a tema potete disporre i frutti semplicemente alla rinfusa…mirtilli, lamponi e anche more..sono talmente belli da soli che non hanno bisogno di molta attenzione! Anche perchè conviene approfittarne adesso, agosto è il loro mese e consiglio vivamente a tutti di farsene una bella scorpacciata!

CROSTATA ALLA FRUTTA

1 dose di pastafrolla classica con l’aggiunta di una punta di cucchiaino di lievito

250 gr mascarpone
200 gr panna fresca, ben fredda
3 cucchiai di zucchero

mirtilli, lamponi (a piacere anche more, fragole, ribes…o tutta la frutta che piace) lavati e asciugati accuratamente.

Preriscaldare il forno a  180°.
Tenere da parte una pallina grande come un’albicocca di frolla. Stendere la restante con l’aiuto di un matterello fino a ottenere un rettangolo di circa 26×22 cm (io ho usato un bordo rettangolare di quelli estensibili da appoggiare sulla teglia e ho scelto questa misura, ovviamente siete liberi di usare le teglie che più preferite). Disporla nella cornice o nella teglia e bucherellare il fondo. Con la pasta testante fare una striscia sottile da applicare sui bordi. Infornare per circa 20/25 minuti o fino a che la superficie è dorata.
Sfornare e lasciare raffreddare.

Spostare la base sul piatto di portata. Nella planetaria lavorare con la frusta per un paio di minuti il mascarpone con lo zucchero, aggiungere la panna e montare fino a ottenere una consistenza soffice.
Tenere da parte circa 6 cucchiai abbondanti di crema, distribuire la restante sulla base della crostata, livellarla con una spatolina e disporre i frutti di bosco (nel caso in cui vogliate fare la bandiera consiglio di partire dalla croce centrale di lamponi, proseguire con la x di lamponi e poi disporre i mirtilli). Mettere la crema tenuta da parte in una sac a poche con il beccuccio liscio di circa 3 mm di diametro. Facendo dei piccoli ciuffetti creare le righe di contrasto della bandiera.

Conservare in frigorifero fino al momento di servire.

# 74 Crostata con frutti di bosco e cocco gratinata

Inserito il

crostata ai frutti di bosco

Finalmente posso riappropriarmi del mio spazio. Ho di nuovo il tempo per cucinare, per passare a curiosare sui vostri blog e condividere con voi le mie ricette!
Questo stage mi ha fatto bene..mi ha aiutato a capire (un poco di più) che strada potrei prendere una volta laureata..mi sono resa conto cosa vuol dire stare fuori casa 12-13 ore al giorno e come questo ti obblighi a fare delle scelte e a trascurare, purtroppo ogni tanto, le passioni..mi ha aiutato a crescere umanamente e “professionalmente” (tra virgolette perchè non è che io mi senta o sia una professionista, ma di sicuro mi sono fatta un buon bagaglio di partenza per la mia futura professione)..ho conosciuto i miei limiti, che dovrò imparare a superare quando inizierò a fare sul serio, tra i quali la gestione dello stress e del tempo. E tra i vari aspetti ho conosciuto anche tante persone, alcune delle quali già mi sento di poter considerare come amiche..c’è chi mi ha insegnato e ha dovuto pazientare parecchio a fronte di ogni mia (frequente) domanda..c’è chi ha fatto la mia stessa esperienza (anche se mai insieme) e ha saputo tirarmi su di morale, condividere preoccupazioni e difficoltà.
Insomma, è bello sapere che ovunque la nostra strada ci porti avremo sempre la possibilità di crescere, migliorarci e incrociare sul nostro cammino persone nuove, entusiaste e pronte a condividere con noi un pezzo del nostro percorso.

Dopo questa piccola parentesi, come promesso nello scorso post, vi racconto un pò che mi sono preparata lo scorso weekend per il mio compleanno. Mi sono resa conto che è forse da più di un mese che su questo blog non gira nemmeno una torta, e questo è davvero davvero gravissimo!

Forse questa crostata non vi convincerà dall’aspetto (sull’estetica ancora devo migliorarmi parecchio) ma vi posso garantire che è un perfetto dessert da fine pasto. Goloso, ricco di frutta e cremoso, ma allo stesso tempo leggero visto che ho usato il latte di cocco per fare la crema inglese. Diciamo che è una crostata di frutta al contrario, con la crema gratinata sopra!
Ho approfittato dell’occasione per testare in cucina il latte di cocco Alpro e si è dimostrato un ottimo sostituto del latte vaccino. Se volete preparare questa crostata completamente dairy free preparate una frolla all’olio e il gioco è fatto!

CROSTATA CON FRUTTI DI BOSCO E COCCO GRATINATA

1 dose di frolla classica o integrale
1 cestino di more
1 cestino di mirtilli
1 cestino di lamponi
1 cestino di fragole
500 gr di latte di cocco Alpro
5
 tuorli
65 gr zucchero
zucchero a velo

Preparare con qualche ora di anticipo la frolla e la crema inglese.
Per la crema inglese sbattere i tuorli con lo zucchero in un pentolino, aggiungere il latte di cocco e posizionare su una fiamma medio-bassa. Mescolare con delicatezza con un cucchiaio e cuocere fino a che la crema non si ispessisce leggermente. La crema inglese non deve arrivare a ebollizione, se no impazzisce! Bisogna andare a occhio, appena si sente che si sta addensando e la crema vela il cucchiaio vuol dire che è pronta. Togliere subito dal fuoco, versare in una ciotola e lasciare raffreddare.

Preriscaldare il forno a 180°. Stendere la frolla e foderare una teglia da crostata, bucherellare il fondo. Coprire con un foglio di carta forno e versarvi dei fagioli secchi o una teglia più piccola e infornare per circa 20 minuti. Dopo 15 minuti togliere la carta e proseguire la cottura in bianco.
Nel frattempo lavare e asciugare bene i frutti di bosco, tagliare a pezzetti le fragole.
Togliere la crostata dal forno e mettere il forno in modalità combinata: grill+ventilato o grill+statico a circa 180°.
Distribuire nel guscio i frutti di bosco, coprire con la crema inglese e spolverare di zucchero a velo.
Infornare per circa 20/25 minuti o fino a che la crema sarà rassodata e gratinata.

Lasciare raffreddare, sformare e servire.

# 35 Pavlova ai frutti di bosco

Inserito il

Pavlova

La Pavlova. Impossibile che non vi siete mai imbattuti in questa ricetta. Ma se come me avete sempre fatto un pò gli “snob” di sicuro non l’avrete fatta. Non so il perchè ma questo dolce l’ho sempre guardato un pò di sottecchi. Forse ero molto consapevole del fatto che fosse una cosa iper mega stra goduriosa, ma lo negavo a me stessa. E cosa ancora più interessante è che la sua bontà è inversamente proporzionale alla difficoltà di esecuzione.

Chi non ha mai provato una meringa con la panna? E alzi la mano a chi non è piaciuta! Le meringhe così dolci e croccantine accoppiate con panna montata. Ovviamente parlo di panna fresca montata con le fruste senza aggiungere lo zucchero. Immaginate di aggiungere un pò di freschezza con una cascata di frutti di bosco. Ecco a voi la Pavlova. Non credo abbia bisogno di altre presentazioni. Forse non è un dolce tradizionale, ma da provare assolutamente.

PAVLOVA CON FRUTTI DI BOSCO

4 albumi (circa 120/130 gr)
225 gr zucchero bianco
1 cucchiaio di amido di mais
1 cucchiaino di aceto bianco (io di mele)
300 ml di panna fresca
125 gr lamponi
125 gr mirtilli
125 gr more
200 gr fragole

La sera prima preparare la meringa. Preriscaldare il forno a 170°.
Versare gli albumi nella planetaria e iniziare a montare. Aggiungere, mentre gli albumi montano, un cucchiaio per volta lo zucchero. Agli ultimi 2 cucchiai di zucchero amalgamare l’amido di mais e aggiungere. Aggiungere infine l’aceto. Su un foglio di carta forno disposto su una teglia disegnare un cerchio di circa 24 cm Ø, girare il foglio e versarvi la meringa a cucchiaiate. Distribuirla lungo tutta la superficie del cerchio, cercando di creare un bordo più alto all’esterno e una cavità al centro.
Abbassare il forno a 100° e infornare per 1 ore e 30 minuti. Spegnere il forno e lasciarla dentro per tutta la notte con lo sportello chiuso.

Il giorno dopo posizionare la meringa sul piatto di portata. Montare la panna, deve avere una consistenza ferma ma senza esagerare. Versarla nella cavità centrale e distribuire sulla superficie i frutti di bosco lavati e ben asciugati.
Tenere in frigorifero fino al momento di servire.

rise of the sourdough preacher

Of homemade bread, food and other recipes / Una storia di pane fatto in casa, cibo ed altre ricette

Crumpets & co.

...pasticci culinari e non solo...

Mostracci di Elena Terenzi

...Ogni volta dico a me stesso che è l'ultima volta, ma poi sento il profumo della sua cioccolata calda...

atBB's

Under the same roof... an architect, a journalist & a little baby girl

Ostriche

Laboratorio di cucina e altre storie

Con Un Poco Di Zucchero

Food Blog since 2008

La Greg

...Ogni volta dico a me stesso che è l'ultima volta, ma poi sento il profumo della sua cioccolata calda...

lefrivolezzedisimo

cosa sarebbero la vita e la cucina senza frivolezze ...

https://www.sweetie-home.it/

...Ogni volta dico a me stesso che è l'ultima volta, ma poi sento il profumo della sua cioccolata calda...

Arabafelice in cucina!

...Ogni volta dico a me stesso che è l'ultima volta, ma poi sento il profumo della sua cioccolata calda...

Kitty'sKitchen

...Ogni volta dico a me stesso che è l'ultima volta, ma poi sento il profumo della sua cioccolata calda...

Labna

...Ogni volta dico a me stesso che è l'ultima volta, ma poi sento il profumo della sua cioccolata calda...

Anice e Cannella

...Ogni volta dico a me stesso che è l'ultima volta, ma poi sento il profumo della sua cioccolata calda...

Un déjeuner de soleil

...Ogni volta dico a me stesso che è l'ultima volta, ma poi sento il profumo della sua cioccolata calda...

Call me cupcake

...Ogni volta dico a me stesso che è l'ultima volta, ma poi sento il profumo della sua cioccolata calda...