Feed RSS

Archivi tag: frolla

# 61 Crostata di pesche e amaretti

Inserito il

crostata pesche e amaretti

Dopo gli eccessi e le calorie delle ultime ricette cerco di ritornare a una tasso calorico nella norma! Una semplice crostata, di quelle improvvisate con quello che c’era in freezer e in dispensa. La frolla era pronta solo da scongelare e le pesche solo da affettare, approfittate di quello che avete a disposizione per creare un dolcino che vi addolcisca la colazione, o da portare in dono a qualcuno che dovete ringraziare!
Buona settimana!

CROSTATA DI PESCHE E AMARETTI

1 dose di frolla classica, ricetta qui
1 vaso di pesche sciroppate home made, ricetta qui
10 amaretti
qualche cucchiaio di marmellata, di pesche o altra a piacere

Preparare la frolla secondo le istruzioni e lasciarla riposare in frigorifero per un’ora. Nel frattempo scolare le pesche dallo sciroppo e lasciarle sgocciolare in un colino.

Preriscaldare il forno a 180°.
Imburrare e infarinare uno stampo da crostate. Prendere i 2/3 della frolla e stenderla con l’aiuto di un matterello. Foderare lo stampo con la frolla, distribuire sulla base qualche cucchiaiata di marmellata. Sbriciolare sulla base 8 amaretti. Tagliare a fette sottili le pesche sciroppate e disporle in maniera uniforme sulla base. Sbriciolare i restanti amaretti sulle pesche. Con la pastafrolla rimanente creare delle strisce e creare una griglie.
Infornare per circa 40/45 minuti.
Lasciar raffreddare prima di sformare.

# 45 Crostatina con pesche e ricotta

Inserito il

crostata ricotta e pesche

Era da un pò che volevo fare una semplicissima crostata ripiena di ricotta e frutta! Niente di difficile, nessun ingrediente strano, molto versatile (come quasi tutte le mie ricette). Così quando la mamma si è messa a fare una frolla per una crostata con la sua marmellata l’ho convinta a cedermene un pezzettino  per fare una mini tortina.

C’erano queste belle pescone che stavano iniziando ad abbozzare segni di eccessiva maturità, così sono state prese e passate appena appena in padella con dello zucchero. Sono diventate così il pezzo forte della mia crostata.
Vi domanderete poi perchè ho sostituito la classica griglia con questo pattern fantasioso: volevo fare qualcosa di diverso, così mi sono messa a fare buchi, poi ho deciso di trasformare i buchi in mezzelune e così è uscito questo “capolavoro”! Mi sa che la prossima volta ritorno alla versione a griglia!

Se avete una buona marmellata o della frutta troppo matura aggiungete la ricotta e farcitevi una frolla: vi uscirà un dolce di quelli buoni, di casa!

Prima o poi preparerò un post dedicato solo alla frolla, così ogni volta evito di spiegarvi il procedimento!

crostata ricotta e pesche

CROSTATINA CON PESCHE E RICOTTA

250 farina
125 burro
75 zucchero
1 uovo
20 gr farina di mandorle (facoltativa)

6 cucchiai di ricotta asciutta
2/3 pesche
q.b. zucchero

Preparare la frolla: in un mixer versare farina, mandorle, zucchero e un pizzico di sale. Aggiungere il burro ben freddo e azionare per qualche attimo. Aggiungere l’uovo intero e azionare fino a che l’impasto non formi una palla. Coprire con pellicola e lasciare riposare almeno un’ora in frigorifero.

Pelare le pesche, tagliarle a spicchi non troppo grandi, scottarle appena in padella con qualche cucchiaio di zucchero per fare in modo di asciugarne l’acqua. Mettere da parte.
Preriscaldare il forno a 180°.
Imburrare e infarinare una teglia di 20 cm Ø. Prendere i 2/3 della frolla stenderla e disporla nella teglia. Fare in modo che si crei un bordo abbastanza alto. In una ciotola mescolare la ricotta con le pesche, assaggiate e aggiustate di zucchero. Versare la crema nel guscio, livellare. Stendere la restante frolla in un cerchio di circa 20 cm, con dei coppapasta di misure diverse (oppure usare la punta delle bocchette per la sac a poche per dei fori più piccoli) creare dei pois a fantasia. Disporre il disco sopra la crema, sigillare bene i bordi, spennellare con un goccio di latte e decorare con i ritagli creati.
Infornare per circa 35/40 minuti o fino a doratura. Lasciar raffreddare prima di sformare.

Note: le dosi del ripieno sono abbastanza indicative, perchè io avevo un pò di frolla pronta e quindi l’ho fatta su una tortiera molto più piccola. Secondo me più ripieno c’è meglio è, quindi regolatevi a occhio. A piacere vi consiglio di sbriciolare sul fondo della frolla 4-5 amaretti.

crostata ricotta e pesche

rise of the sourdough preacher

Of homemade bread, food and other recipes / Una storia di pane fatto in casa, cibo ed altre ricette

Crumpets & co.

...pasticci culinari e non solo...

Mostracci di Elena Terenzi

...Ogni volta dico a me stesso che è l'ultima volta, ma poi sento il profumo della sua cioccolata calda...

atBB's

Under the same roof... an architect, a journalist & a little baby girl

Ostriche

Laboratorio di cucina e altre storie

Con Un Poco Di Zucchero

Food Blog since 2008

La Greg

...Ogni volta dico a me stesso che è l'ultima volta, ma poi sento il profumo della sua cioccolata calda...

lefrivolezzedisimo

cosa sarebbero la vita e la cucina senza frivolezze ...

https://www.sweetie-home.it/

...Ogni volta dico a me stesso che è l'ultima volta, ma poi sento il profumo della sua cioccolata calda...

Arabafelice in cucina!

...Ogni volta dico a me stesso che è l'ultima volta, ma poi sento il profumo della sua cioccolata calda...

Kitty'sKitchen

...Ogni volta dico a me stesso che è l'ultima volta, ma poi sento il profumo della sua cioccolata calda...

Labna

...Ogni volta dico a me stesso che è l'ultima volta, ma poi sento il profumo della sua cioccolata calda...

Anice e Cannella

...Ogni volta dico a me stesso che è l'ultima volta, ma poi sento il profumo della sua cioccolata calda...

Un déjeuner de soleil

...Ogni volta dico a me stesso che è l'ultima volta, ma poi sento il profumo della sua cioccolata calda...

Call me cupcake

...Ogni volta dico a me stesso che è l'ultima volta, ma poi sento il profumo della sua cioccolata calda...