Feed RSS

Archivi tag: cioccolato fondente

Aspettando Natale…# 65 Pandolce cioccolato e zenzero – Dairy free

Inserito il

Pandolce cioccolato e zenzero

Per l’appuntamento del sabato ho deciso di “osare” con un sapore un pò deciso: lo zenzero candito!
Il pandolce mi ha sempre attirato, per la sua ricchezza di frutta secca e per la sua capacità di rimanere fragrante a lungo. Si presta quindi molto bene per essere preparato qualche giorno in anticipo, prima della frenesia per il pranzo di Natale, da servirle con il caffè o il tè. Si potrebbe anche optare per una versione monoporzione  da utilizzare come segnaposto, oppure da regalare confezionati singolarmente.

La ricetta arriva dal libro Avventure al cioccolato di Paul Young. Rispetto all’originale ho ridotto la quantità di zenzero candito, che mi sembrava troppa, soprattutto considerando che ha un sapore molto marcato. Questa quantità mi sembra equilibrata, i vari sapori si sentono distintamente e lo zenzero non sovrasta gli altri.
Se non siete sicuri che lo zenzero vi piaccia io vi consiglio di provare con i fichi secchi o con un mix tra fichi secchi e datteri.

Pandolce cioccolato e zenzero

PANDOLCE CIOCCOLATO E ZENZERO

150 gr zenzero candito (zuccherato o no è indifferente)
100 gr uvetta
circa 6 baccelli di cardamomo
scorza di 1 arancia non trattata
75 gr zucchero di canna
200 ml di tè nero forte (o anche tè speziato)
1 uovo
200 gr farina
2 cucchiaini rasi di lievito
100 gr cioccolato fondente tritato grossolanamente

Il giorno prima preparare un tè forte. Tagliare a pezzi lo zenzero candito, mescolarlo insieme all’uvetta, la scorza d’arancia, i semini del cardamomo leggermente pestati e lo zucchero di canna. Versare il tè caldo sul mix di frutta secca, mescolare e lasciare riposare coperto per 12 ore circa.

Preriscaldare il forno a 160°.
Aggiungere l’uovo al mix con il tè, mescolare. Incorporare la farina setacciata con il lievito, da ultimo aggiungere il cioccolato fondente.
Foderare una tortiera da 16 cm Ø con carta forno, versarvi il composto e infornare per circa 1 ora e mezza.
Sfornare, lasciare raffreddare, avvolgere in un canovaccio e lasciare riposare per altre 24 ore.

Per conservarla al meglio riporla in una scatola di latta.

# 63 Ciambella alla ricotta e arancia

Inserito il

Ciambella ricotta e arancia

Questa è proprio la tipica torta da colazione: soffice, profumata, dal buon sapore. Perfetta da inzuppare o da mangiare così. Io, visto che a colazione ho bisogno di tante energie, ho deciso di ricoprirla con una ganache al cioccolato fondente. Con una fetta di questa si che si parte con la carica giusta al mattino!!
Con il cioccolato poi diventa perfetta anche come dolce per il tè!
Se poi preferite evitare burro o altri grassi per i vostri dolci questa fa al caso vostro! Io mi sono trovata a farla un giorno in cui non avevo nemmeno 20 gr di burro in frigorifero. Ma il risultato finale non rimpiange il burro!

La ricetta arriva da Diario italiano di Sigrid Verbert. Ho solo profumato tutto con l’arancia, quindi ho usato scorza d’arancia e liquore all’arancia. Ho usato la ricotta vaccina al posto di quella di pecora e ho aggiunto una manciata di mandorle a lamelle. La ganache sopra è una mia aggiunta!

CIAMBELLA ALLA RICOTTA E ARANCIA

3 uova
300 gr zucchero
300 gr ricotta
2 arance non trattate
1 cucchiaio di liquore all’arancia
300 gr farina
1 bustina di lievito
2/3 manciate di mandorle a lamelle

150 gr panna fresca
150 gr cioccolato fondente

Preriscaldare il forno a 180°.
Imburrare e infarinare uno stampo a ciambella oppure da 20 cm Ø. Distribuire sul fondo delle mandorle a lamelle
Separare i tuorli dagli albumi. Montare gli albumi a neve, fino a che diventino belli fermi. Montare i tuorli con lo zucchero, aggiungere la scorza, il liquore e la ricotta e continuare a montare. Aggiungere la farina setacciata con il lievito, le mandorle a lamelle e amalgamare. Aggiungere ora gli albumi montati, incorporarli delicatamente mescolando dal basso verso l’alto. Versare il composto nella tortiera e infornare per circa 35/40 minuti. Verificare la cottura con uno stecchino.
Lasciar raffreddare completamente il dolce prima di passare alla ganache.

In un pentolino portare la panna a ebollizione. Versarla sul cioccolato tritato grossolanamente e mescolare, fino ad ottenere una glassa bella lucida.
Versare la glassa direttamente sulla torta oppure servire a parte in una salsiera.

Frollini al cacao con cioccolato e…

Inserito il

frollini al cacao con cioccolato e...

Quando penso ai biscotti non mi capita mai di immaginarmi una teglia di frolle dalle mille forme, ma sono solita fantasticare su montagne di cookies con gocce di cioccolato, sablè burrosissimi, biscotti rustici con avena o farine alternative e ricchi di frutta secca. Chissà perchè il frollino così “sulla carta” non mi entusiasma, proprio non so, visto che se è fatto con cura è un Biscotto con la B maiuscola!
Così quando ho visto questa ricetta mi è venuta voglia di frollino. E ho pensato bene di soddisfarla. E cosa ancor più importante li ho trovati eccezionali. E non solo io, ma tutti quelli che li hanno assaggiati.
Il frollino è friabile e dal sapore intenso, semplice e proprio per questo buonissimo.

La ricetta arriva da Viviana (qui l’originale). Per comodità ho arrotondato i pesi a modo mio e aggiunto l’extra-cioccolato.
Provateli anche lisci per colazione, ma con il cioccolato sono più golosi.

frollini al cacao con cioccolato e...

FROLLINI AL CACAO CON CIOCCOLATO E…

300 gr farina 00
40 gr cacao amaro
200 gr zucchero semolato
220 gr burro morbido
1 uovo

200 gr cioccolato fondente
farina di cocco, mandorle a lamelle, cranberries disidratati, e tutto quello che volete…

Lavorare il burro morbido con lo zucchero con un cucchiaio. Aggiungere poi l’uovo e incorporare. Aggiungere la farina con il cacao setacciati e continuare a mescolare. Lavorare anche impastando con le mani per velocizzare. Coprire con pellicola e lasciare riposare un’oretta.

Preriscaldare il forno a 180°.
Su un piano spolverato di cacao stendere la frolla con l’aiuto di un matterello, fino a uno spessore di 3/4 mm. Ritagliare l’impasto con un tagliabiscotti e disporre le forme su teglie ricoperte di carta forno.
Infornare per circa 15 minuti.
Togliere dal forno e lasciar raffreddare.

Sciogliere a bagnomaria o microonde il cioccolato. Qui è più preciso e paziente di me può anche temperarlo.
Intingere i frollini per metà, disporli su carta forno e a piacere distribuire sulla parte  ricoperta di cioccolato fuso mandorle a lamelle, cocco rapè, cranberries disidratati…e tutto quello che avete in dispensa!
Passare in frigorifero per velocizzare l’asciugatura.
Addentare!

Marmellata di lamponi al cioccolato

Inserito il

Marmellata di lamponi al cioccolato

Lo so, mi sto ripetendo. La ricetta è quasi identica a quella della marmellata di pere al cioccolato. Ma mi è piaciuta talmente tanto che dovevo assolutamente provare la versione con i lamponi.
Visto che il cioccolato fondente non solo sta benissimo con le pere ma io lo adoro anche con i lamponi non potevo non mettere sul fuoco il pentolone quando la mamma è tornata dal fruttivendolo con gli ultimissimi e rossissimi lamponi della stagione.

Anche questa è ottima da spalmare sul pane, sulle fette o sui biscotti secchi; da mangiare con lo yogurt o per farcire una torta o una crostata. A differenza di quella alla pera questa ha una piacevole nota acidula tipica dei lamponi che contrasta con l’aroma del cioccolato.
Quando mia sorella ha visto i vasetti e scoperto il contenuto mi ha detto: “Ma ora continuerai a fare marmellate con il cioccolato?? Che noia, sei ripetitiva”. Il giorno dopo ero in università e ricevo un suo sms: “Mi rimangio tutto quello che ho detto, questa marmellata è buonissima, crea dipendenza”.
Vi ho convinto?

MARMELLATA DI LAMPONI AL CIOCCOLATO

1,1 kg di lamponi, già lavati e asciugati
500 gr zucchero semolato
250 gr cioccolato

Mescolare in una pentola capiente i lamponi con lo zucchero e porre sul fuoco a fiamma basta. Far cuocere gentilmente e portare a ebollizione continuando a mescolare. Dopo circa una ventina di minuti o quando si vede che inizia ad addensarsi togliere la schiumetta formatasi in superficie con un cucchiaio, spegnere e aggiungere il cioccolato. Coprire e lasciare riposare una notte o una decina di ore.
Rimettere la pentola sul fuoco e portare di nuovo a ebollizione continuando a mescolare. Il cioccolato è molto delicato, se non si mescola in continuazione si brucia in un attimo.
Nel mentre preparare i vasetti secondo il metodo dell’invasamento a caldo. Vedere qui.
Invasare, chiudere bene con le capsule e capovolgere per una decina di minuti. Rigirare e lasciare raffreddare completamente.
Disporre in dispensa.

Note: con questa dose mi sono usciti circa 5 vasetti medio-piccoli.

# 55 Crostata frangipane al cioccolato e pere – Dairy free

Inserito il

Crostata frangipane cioccolato e pere

Questa è un’ottima crostata da domenica d’autunno: per un dopo pranzo o per una merenda, da mangiare rigorosamente in compagnia!
Sono proprio orgogliosa del risultato! Non è nulla di nuovo, ma essere riuscita a realizzare questa crostata senza latticini e con questo buon equilibrio di consistenze e sapori mi ha soddisfatto!!

Insomma, se avete un’occasione provatela!

CROSTATA FRANGIPANE AL CIOCCOLATO E PERE

125 gr farina 00
125 gr farina di farro
75 gr olio evo
80 gr zucchero
1 uovo

1/3 della dose di marmellata di pere e cioccolato, per la ricetta qui
100 gr mandorle
2 uova
50 gr zucchero
40 gr olio di arachide
6 mezze pere sciroppate al naturale (ricetta qui), oppure 3 pere fresche ben mature.

Fare la frolla: versare tutti gli ingredienti nel mixer e azionare fino a quando si forma un impasto omogeneo. Se fosse troppo asciutto aggiungere 1 goccio d’acqua.
Formare una palla, coprire di pellicola e lasciare riposare mezz’ora in frigorifero.

Preriscaldare il forno a 180°.
Stendere la frolla con l’aiuto del matterello su un foglio di carta forno, in modo da ottenere un cerchio della misura di una tortiera da crostate. Foderare la tortiera con la frolla, senza togliere la carta forno. Pareggiare il bordo, bucherellare il fondo e cuocere in bianco per circa 10 minuti.

Nel mentre frullare in un mixer le mandorle in modo da ottenere una farina, aggiungere l’olio, lo zucchero e le uova e azionare di nuovo per ottenere una crema omogenea.
Se usate pere fresche pelarle, tagliarle a metà togliere la parte centrale dei semini. Tagliare delle fette abbastanza sottili da ogni mezza pera, in modo da lasciarle attaccate a un’estremità.
Sfornare il guscio di frolla. Stendere sulla base la marmellata di pere al cioccolato, coprire delicatamente con la crema frangipane in modo da non mescolare i due composti. Disporre sulla superficie le pere in modo da creare un ventaglio.
Infornare per 30 minuti fino a doratura della crema frangipane.

Note: è possibile usare una marmellata alternativa a quella al cioccolato e anche una frutta alternativa. Però questa è una combinazione davvero vincente. Se non volete impegnarvi a preparare la marmellata tritate circa 100 gr di cioccolato fondente e mettetelo sulla base di frolla.

rise of the sourdough preacher

Of homemade bread, food and other recipes / Una storia di pane fatto in casa, cibo ed altre ricette

Crumpets & co.

...pasticci culinari e non solo...

Mostracci di Elena Terenzi

...Ogni volta dico a me stesso che è l'ultima volta, ma poi sento il profumo della sua cioccolata calda...

atBB's

Under the same roof... an architect, a journalist & a little baby girl

Ostriche

Laboratorio di cucina e altre storie

Con Un Poco Di Zucchero

Food Blog since 2008

La Greg

...Ogni volta dico a me stesso che è l'ultima volta, ma poi sento il profumo della sua cioccolata calda...

lefrivolezzedisimo

cosa sarebbero la vita e la cucina senza frivolezze ...

https://www.sweetie-home.it/

...Ogni volta dico a me stesso che è l'ultima volta, ma poi sento il profumo della sua cioccolata calda...

Arabafelice in cucina!

...Ogni volta dico a me stesso che è l'ultima volta, ma poi sento il profumo della sua cioccolata calda...

Kitty'sKitchen

...Ogni volta dico a me stesso che è l'ultima volta, ma poi sento il profumo della sua cioccolata calda...

Labna

...Ogni volta dico a me stesso che è l'ultima volta, ma poi sento il profumo della sua cioccolata calda...

Anice e Cannella

...Ogni volta dico a me stesso che è l'ultima volta, ma poi sento il profumo della sua cioccolata calda...

Un déjeuner de soleil

...Ogni volta dico a me stesso che è l'ultima volta, ma poi sento il profumo della sua cioccolata calda...

Call me cupcake

...Ogni volta dico a me stesso che è l'ultima volta, ma poi sento il profumo della sua cioccolata calda...