Feed RSS

# 56 Torta capovolta alle mele e sciroppo d’acero

Inserito il

torta capovolta di mele

Una torta semplice, di quelle che nel giro di 15 minuti sono in forno. Dal sapore di casa e di autunno.
Per allietare i pomeriggi di studio degli studenti e il rientro a casa dei lavoratori.
Da inzuppare nel latte a colazione o da scaldare appena per farla intiepidire.
Io ho messo le mele solo in superficie, ma i più golosi possono aggiungerle anche all’impasto!!

Buon inizio settimana..

TORTA CAPOVOLTA ALLE MELE E SCIROPPO D’ACERO

2 mele
3 cucchiai di sciroppo d’acero (o miele)
150 gr burro morbido
150 gr zucchero
2 uova
200 gr farina
2 cucchiaini rasi di lievito
10 cucchiai di latte
cannella e vaniglia

Preriscaldare il forno a 180°.
Con la carta forno preparare un cerchio di 20 cm Ø e foderare il fondo di una tortiera della stessa misura.
Con le fruste elettriche o la planetaria montare il burro e lo zucchero per qualche minuto. Aggiungere un uovo per volta continuando a montare. Aggiungere la farina setacciata con il lievito e gli aromi, amalgamare. Aggiungere il latte e mescolare fino ad ottenere una consistenza morbida.
Lavare le mele e tagliarle a fettine sottili. Disporre le fette sul fondo della tortiera in modo che siano molto ravvicinate. Distribuire lo sciroppo sulle mele e coprire con l’impasto.
Infornare per 30/35 minuti. Fare la prova dello stecchino. Quando si è intiepidita ribaltare su un piatto di portata e togliere la carta da forno.

Note: vi domanderete perchè 10 cucchiai di latte?? non poteva misurare il latte in altro modo?? Ho fatto tutto a occhio, quindi il latte l’ho messo poco per volta, e quindi per questa volta vi dovete accontentare di questa misurazione!

Annunci

»

  1. Che buona! Pochi e semplici ingredienti per un grande sapore…posso venire a merenda da te?

    Rispondi
  2. ecco… secondo te conoscendomi, io le metterei anche dentro??? 😀

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

La petite casserole

Recettes d'une italienne à Montréal

rise of the sourdough preacher

Of homemade bread, food and other recipes / Una storia di pane fatto in casa, cibo ed altre ricette

Crumpets & co.

...pasticci culinari e non solo...

Mostracci di Elena Terenzi

...Ogni volta dico a me stesso che è l'ultima volta, ma poi sento il profumo della sua cioccolata calda...

atBB's

Under the same roof... an architect, a journalist & a little baby girl

Ostriche

Laboratorio di cucina e altre storie

cakegardenproject

cake garden and plus

Con Un Poco Di Zucchero

Quel che accade nella cucina di una food blogger

https://www.lagreg.it/

...Ogni volta dico a me stesso che è l'ultima volta, ma poi sento il profumo della sua cioccolata calda...

lefrivolezzedisimo

cosa sarebbero la vita e la cucina senza frivolezze ...

Panelibrienuvole

Ricette, suggestioni e divagazioni

Sweetie's Home

...Ogni volta dico a me stesso che è l'ultima volta, ma poi sento il profumo della sua cioccolata calda...

Arabafelice in cucina!

...Ogni volta dico a me stesso che è l'ultima volta, ma poi sento il profumo della sua cioccolata calda...

- VANIGLIA - storie di cucina

...Ogni volta dico a me stesso che è l'ultima volta, ma poi sento il profumo della sua cioccolata calda...

Kitty's Kitchen

...Ogni volta dico a me stesso che è l'ultima volta, ma poi sento il profumo della sua cioccolata calda...

Labna

...Ogni volta dico a me stesso che è l'ultima volta, ma poi sento il profumo della sua cioccolata calda...

Anice e Cannella

...Ogni volta dico a me stesso che è l'ultima volta, ma poi sento il profumo della sua cioccolata calda...

Un dejeuner de soleil

...Ogni volta dico a me stesso che è l'ultima volta, ma poi sento il profumo della sua cioccolata calda...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: