Feed RSS

Mini croissant salati

Inserito il

Mini croissant salati

Vi manca qualche idea per qualche stuzzichino salato del pic-nic del 1° maggio??
Spero di potervi aiutare con questi mini croissant salati, fatti con la pasta di pane!!
Avevo preparato della pasta di pane per fare delle focaccine, ma mentre suddividevo l’impasto mi sono detta: perchè non usarne una parte per fare dei mini croissant ripieni di mozzarella e acciughe??

Così detto fatto, ho preso metà della mia pasta di pane, ho ricavato dei triangoli, ho riempito, arrotolato e lasciato lievitare ancora un poco e via nel forno!! Ovviamente le farciture gestitevele a piacere, con quello che avete in casa!
La mozzarella o altro formaggio però ve lo consiglio, in modo che ammorbidiscano il tutto. Usate olive, pomodorini sott’olio, carciofini, salume…quello che più vi piace!

Comode da trasportare e facili facili!

MINI CROISSANT SALATI

250 gr farina manitoba
75 gr semola di grano duro
20 gr olio evo
1/2 cucchiaio di sale
1 cucchiaino raso di malto d’orzo (o miele)
4 gr lievito di birra disidratato
q.b. acqua

mozzarella, acciughe, olive…

Sciogliere il lievito con il malto in 100 ml di acqua tiepida. Nella planetaria versare le farine, il sale e l’olio. Aggiungervi l’acqua con il lievito e iniziare a impastare. Poco per volta aggiungere altra acqua fino a ottenere una consistenza morbida ma non appiccicosa.
Dopo aver lavorato l’impasto per circa 5/10 minuti coprire con pellicola e lasciare lievitare a temperatura ambiente o nel forno con lampadina accesa per un’oretta.

Prendere l’impasto e su un piano infarinato stenderlo con il matterello in modo da ottenere un rettangolo da 20×40 cm circa. Dividere a metà in modo da ottenere due quadrati da 20×20 cm. Suddividete ogni quadrato in 8 triangoli: i triangoli devono avere la base di 5 cm circa e essere alti circa 20 cm.
Alla base di ogni triangolo disporre uno o due cubetti di mozzarella e una acciuga. Arrotolare partendo dalla base: rotolare il croissant sotto il palmo della mano destra, mentre con la sinistra tenere l’estremità del triangolo, in modo che i giri risultino molto stretti. Arrotolare ancora le estremità e dargli la classica forma a cornetto. Coprire con un panno e lasciare lievitare per altri 30 minuti.

Preriscaldare il forno a 200°.
Spennellare i croissant con latte e tuorlo e infornare per circa 20 minuti o fino a quando risultano dorati.

Note: Non so se mi sono spiegata bene con la creazione dei triangoli. Da ogni quadrato di pasta (20×20 cm) dovete ottenere 8 triangoli in modo che 4 abbiano la base rivolta verso di voi e 4 siano con la punta rivolta verso di voi. L’orientamento dei triangoli è alternato: uno dritto, uno rovesciato, uno dritto, uno rovesciato e così via. In questo modo stendete l’impasto una sola volta e non vi avanzeranno ritagli!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

La petite casserole

Recettes d'une italienne à Montréal

rise of the sourdough preacher

Of homemade bread, food and other recipes / Una storia di pane fatto in casa, cibo ed altre ricette

Crumpets & co.

...pasticci culinari e non solo...

Mostracci di Elena Terenzi

...Ogni volta dico a me stesso che è l'ultima volta, ma poi sento il profumo della sua cioccolata calda...

atBB's

Under the same roof... an architect, a journalist & a little baby girl

Ostriche

Laboratorio di cucina e altre storie

cakegardenproject

cake garden and plus

Con Un Poco Di Zucchero

Quel che accade nella cucina di una food blogger

http://www.lagreg.it/

...Ogni volta dico a me stesso che è l'ultima volta, ma poi sento il profumo della sua cioccolata calda...

lefrivolezzedisimo

cosa sarebbero la vita e la cucina senza frivolezze ...

Panelibrienuvole

Ricette, suggestioni e divagazioni

Sweetie's Home

...Ogni volta dico a me stesso che è l'ultima volta, ma poi sento il profumo della sua cioccolata calda...

Arabafelice in cucina!

...Ogni volta dico a me stesso che è l'ultima volta, ma poi sento il profumo della sua cioccolata calda...

- VANIGLIA - storie di cucina

...Ogni volta dico a me stesso che è l'ultima volta, ma poi sento il profumo della sua cioccolata calda...

Kitty's Kitchen

...Ogni volta dico a me stesso che è l'ultima volta, ma poi sento il profumo della sua cioccolata calda...

Labna

...Ogni volta dico a me stesso che è l'ultima volta, ma poi sento il profumo della sua cioccolata calda...

Anice&Cannella

...Ogni volta dico a me stesso che è l'ultima volta, ma poi sento il profumo della sua cioccolata calda...

Un dejeuner de soleil

...Ogni volta dico a me stesso che è l'ultima volta, ma poi sento il profumo della sua cioccolata calda...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: