Feed RSS

13# Crostata ai cachi (simpaticamente detta “La cacata”)

Inserito il

Crostata di cachi

Finalmente gli ultimi cachi sono maturati e finalmente sono riuscita a testare questi frutti un pò particolari!
Avevo affrontato i cachi un mesetto fa, ma da pivella in materia avevo commesso degli errori che li hanno portati direttamente nel bidone dell’organico! Gli errori sono stati essenzialmente 2: frullarli nel mixer che li ha resi super liquidi e poi (con l’intenzione di asciugarne i liquidi in eccesso) cuocerli con dello zucchero per farne una marmellatina! Ho ottenuto da una parte una massa super gelatinosa separata dall’acqua che speravo di riuscire a eliminare…il tutto è risultato irrecuperabile!

L’idea della combinazione dei cachi con gli amaretti e il Cointreau è nata dal modo in cui mio papà ha provato questo frutto una volta…e il palato ha apprezzato!

La frolla non è molto dietetica si sa e i cachi sono super zuccherini, ma diciamo che in questo caso l’intenzione era quella di svuotare la dispensa!

CROSTATA AI CACHI

250 gr farina
100 gr zucchero
125 burro
1 uovo

6/7 cachi (ben maturi, all’assaggio non devono allappare la bocca)
2 manciate di amaretti
2 cucchiai di zucchero di canna
1 tappo di Cointreau (ho usato proprio quello della bottiglia)

Preparare la frolla in un mixer: sabbiare la farina e lo zucchero con il burro, poi aggiungere l’uovo e quando l’impasto forma una palla spegnere il mixer, avvolgere in una pellicola e lasciare riposare in frigorifero per un’oretta.
Togliere la frolla dal frigorifero, imburrare e infarinare una teglia da crostata e stendere poco più dei 2/3 della frolla in un cerchio e foderare la teglia. Sbriciolare gli amaretti e disporli sulla base della frolla.
Preriscaldare il forno a 180°.
Prendere i cachi, togliere il picciolo spelarli e tagliarli grossolanamente con il coltello. In una ciotola mescolarli con lo zucchero e il Cointreau. Versare nel guscio di frolla e poi con la frolla rimasta fare le strisce per creare la classica griglia della crostata.
Infornare per circa 30-40 minuti fino a che la frolla sia ben dorata. Prima di servire lasciar raffreddare.

Crostata di cachi

Annunci

»

  1. Mio marito Tamarros suggerisce di chiamarla, in modo simpatico, LA CACATA.

    Rispondi
  2. ciao,quale sostituzione è valida invece del cointreau?

    Rispondi
    • Ciao!
      Il Cointreau io lo uso per aromatizzare, omettilo completamente oppure sostituiscilo con un cucchiaino di estratto di vaniglia o la scorza di un’arancia!
      Fammi sapere il risultato!

      Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

La petite casserole

Recettes d'une italienne à Montréal

rise of the sourdough preacher

Of homemade bread, food and other recipes / Una storia di pane fatto in casa, cibo ed altre ricette

Crumpets & co.

...pasticci culinari e non solo...

Mostracci di Elena Terenzi

...Ogni volta dico a me stesso che è l'ultima volta, ma poi sento il profumo della sua cioccolata calda...

atBB's

Under the same roof... an architect, a journalist & a little baby girl

Ostriche

Laboratorio di cucina e altre storie

cakegardenproject

cake garden and plus

Con Un Poco Di Zucchero

Quel che accade nella cucina di una food blogger

https://www.lagreg.it/

...Ogni volta dico a me stesso che è l'ultima volta, ma poi sento il profumo della sua cioccolata calda...

lefrivolezzedisimo

cosa sarebbero la vita e la cucina senza frivolezze ...

Panelibrienuvole

Ricette, suggestioni e divagazioni

Sweetie's Home

...Ogni volta dico a me stesso che è l'ultima volta, ma poi sento il profumo della sua cioccolata calda...

Arabafelice in cucina!

...Ogni volta dico a me stesso che è l'ultima volta, ma poi sento il profumo della sua cioccolata calda...

- VANIGLIA - storie di cucina

...Ogni volta dico a me stesso che è l'ultima volta, ma poi sento il profumo della sua cioccolata calda...

Kitty's Kitchen

...Ogni volta dico a me stesso che è l'ultima volta, ma poi sento il profumo della sua cioccolata calda...

Labna

...Ogni volta dico a me stesso che è l'ultima volta, ma poi sento il profumo della sua cioccolata calda...

Anice&Cannella

...Ogni volta dico a me stesso che è l'ultima volta, ma poi sento il profumo della sua cioccolata calda...

Un dejeuner de soleil

...Ogni volta dico a me stesso che è l'ultima volta, ma poi sento il profumo della sua cioccolata calda...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: