Feed RSS

7# Cozonac (senza latticini)

Inserito il

Cozonac

Da ieri sera qui nevica, tutto si è imbiancato e per non stare in giro delle ore sul pullman sono rimasta a casa e ho rimandato gli impegni che avevo previsto per il pomeriggio! Cozonac
Quindi grazie alla neve si viaggia in Romania, con questo tipico dolce natalizio!
Mi sono imbattuta in questa ricetta nel numero di questo mese della rivista Più Dolci, che dedica una rubrica alle ricette di Natale dal mondo. Tra le varie proposte questa è quella che mi ha attirato di più, sarà la sua forma, i suoi ingredienti..
Questo dolce lievitato viene preparato durante il Natale (un pò come il nostro panettone), ma è usanza prepararlo anche durante le festività tipo Pasqua, Pentecoste e Capodanno.
In internet se ne possono trovare varie versioni, io mi sono affidata a quella della rivista!

La preparazione è molto semplice, l’unica cosa che potrebbe scoraggiarvi sono le 2 fasi di lievitazione, ma visto che mentre lievita non dovete passare il tempo a guardarlo basta che vi organizzate bene con i tempi e il gioco è fatto!

COZONAC

Pasta lievitata:
650 gr farina (io ho usato un pò di farro, un pò di manitoba e un pò di 00)
2 uova a temperatura ambiente
25 gr di lievito di birra
130 gr zucchero
30 gr rum
90 gr olio di semi (io mais)
2 pizzichi di sale
160 gr di latte a temperatura ambiente (di soia o riso per gli intolleranti/allergici)
1 cucchiaino di estratto di vaniglia

Ripieno:
150 gr noci
120 gr zucchero
13 gr cacao
70 gr latte (di soia o riso per gli intolleranti/allergici)

Sciogliete il lievito nel latte e aggiungetevi un cucchiaino di zucchero (da togliere al peso previsto). Mettete gli ingredienti restanti eccetto l’olio in planetaria, aggiungete il latte con il lievito e iniziate a impastare con il gancio. Aggiungere dopo poco l’olio, se l’impasto non è bello morbido aggiungere ancora un goccio di latte. Spegnere la macchina, coprire e lasciar lievitare 2 ore e mezza.
Nel mentre frullate le noci con lo zucchero e il cacao nel mixer, poi mettete questo composto in un pentolino, aggiungete il latte e cuocete a fuoco dolce fino a che non assuma una consistenza cremosa; spegnete e lasciate raffreddare.
Passata la lievitazione dividete l’impasto in 3 panetti (i miei pesavano circa 400 gr l’uno) e stendete ciascuno in un rettangolo di circa 15×40 cm. Spalmate su ciascuno 1/3 di crema, arrotolatelo ben stretto per il lato lungo e poi create con gli altri due una treccia.
Oliate uno stampo da plumcake da 30 cm di lunghezza e ponete all’interno la treccia, lasciate lievitare coperta con un panno fino al raddoppio del volume.
Cuocete in forno preriscaldato a 175° per 45 minuti. Coprire con la stagnola se si scurisce troppo durante la cottura.
Lasciate raffreddare e gustate.

Cozonac

Note: Ho taggato questa ricetta come senza latticini perchè non utilizza burro, certo, c’è il latte, ma voi allergici/intolleranti potete facilmente sostituirlo con latte di soia o di riso. Io forse l’ho lasciato lievitare troppo nella seconda fase, perchè una volta entrato in forno si è alzato ancora e parte del ripieno ha spaccato le pareti laterali ed è fuoriuscito (peccato, non vi dico che nervoso! soprattutto per il fondo del forno che ho dovuto pulire poi 😦 ) Sotto a destra la foto del disastro!

Cozonac Cozonac

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

La petite casserole

Recettes d'une italienne à Montréal

rise of the sourdough preacher

Of homemade bread, food and other recipes / Una storia di pane fatto in casa, cibo ed altre ricette

Crumpets & co.

...pasticci culinari e non solo...

Mostracci di Elena Terenzi

...Ogni volta dico a me stesso che è l'ultima volta, ma poi sento il profumo della sua cioccolata calda...

atBB's

Under the same roof... an architect, a journalist & a little baby girl

Ostriche

Laboratorio di cucina e altre storie

cakegardenproject

cake garden and plus

Con Un Poco Di Zucchero

Quel che accade nella cucina di una food blogger

https://www.lagreg.it/

...Ogni volta dico a me stesso che è l'ultima volta, ma poi sento il profumo della sua cioccolata calda...

lefrivolezzedisimo

cosa sarebbero la vita e la cucina senza frivolezze ...

Panelibrienuvole

Ricette, suggestioni e divagazioni

Sweetie's Home

...Ogni volta dico a me stesso che è l'ultima volta, ma poi sento il profumo della sua cioccolata calda...

Arabafelice in cucina!

...Ogni volta dico a me stesso che è l'ultima volta, ma poi sento il profumo della sua cioccolata calda...

- VANIGLIA - storie di cucina

...Ogni volta dico a me stesso che è l'ultima volta, ma poi sento il profumo della sua cioccolata calda...

Kitty's Kitchen

...Ogni volta dico a me stesso che è l'ultima volta, ma poi sento il profumo della sua cioccolata calda...

Labna

...Ogni volta dico a me stesso che è l'ultima volta, ma poi sento il profumo della sua cioccolata calda...

Anice&Cannella

...Ogni volta dico a me stesso che è l'ultima volta, ma poi sento il profumo della sua cioccolata calda...

Un dejeuner de soleil

...Ogni volta dico a me stesso che è l'ultima volta, ma poi sento il profumo della sua cioccolata calda...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: