Feed RSS

Financiers al profumo di limone (senza glutine)

Inserito il

Ritorniamo ad occuparci con quest’ultima ricetta, sfornata lo scorso weekend, degli amici celiaci!
Il financier è un dolcetto burroso, goloso, morbido ma croccante fuori, perfetto per la pausa caffè (e per qualunque altro tipo di pausa)…quando li faccio in poche ore spariscono, soprattutto perchè in casa c’è una mangiafinanciersatradimento, tanto che mi ha già ordinato per il suo prossimo compleanno (si porta avanti visto che è ad aprile) una dose tutta per se!

Il mio primo incontro con queste meraviglie l’ho avuto tramite Lei e questa versione..testata e adorata subito (come tante altre Sue ricette del resto), ma sul più bello mi sono accorta di non avere la farina di castagne! Quindi ho optato per la farina di riso, per renderli gluten-free, e la scorza di limone per profumarli.

Se nutrite ancora qualche dubbio circa la necessità del burro per rendere migliori i vostri dolci, questi vi aiuteranno a capire che in qualunque dolce “più burro c’è meglio è”! (Spero che nessun intollerante ai latticini me ne voglia!!) Piccola osservazione sul burro: non vale la pena spendere poco per un panetto di burro se poi è pallido, duro e sa di formaggio..il mio burro preferito è il tedesco: giallo, sempre morbido e con un buon profumo di panna!
Inoltre questi dolcetti sono perfetti per un riciclo di albumi!

FINANCIERS AL PROFUMO DI LIMONE
180 gr zucchero
160 gr farina di mandorle
60 gr farina di riso
120 gr albumi
170 gr burro
scorza di 2 limoni non trattati

Miscelare le polveri con la scorza di limone. Sciogliere il burro in un pentolino fino a farlo diventare color nocciola. Sbattere leggermente gli albumi ed aggiungerli alle polveri, amalgamare. Aggiungere il burro nocciola e delicatamente incorporare il burro che inizialmente tenderà a rimanere separato. Porre il composto in frigorifero a riposare da 1 ora a una notte.
Preriscaldare il forno a 200°. Disporre il composto in stampini da financiers, che raggiungano l’altezza di un dito. Infornare per 15 minuti, devono risultare belli sodi.
Lasciar raffreddare e addentarne uno subito prima che vi veda qualcuno!

Note: non ho gli stampini da financiers, quindi uso degli stampini di silicone quadrati. Credo vada bene qualunque teglia di dolcetti monoporzione (muffins, plumcake…), l’importante è rispettare l’altezza di un dito!

Annunci

»

  1. sono una delle fortunate che ha provato le prelibatezze di Anna, complimenti e sono curiosa di nuove decorazioni come quelle di cars fatte al mio bimbo per il compleanno. Brava

    Rispondi
  2. Pingback: Financiers pistacchio e rosa | lemilleeunatorta

  3. Pingback: Soufflé di asparagi…come mi sbarazzo degli albumi! | lemilleeunatorta

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

La petite casserole

Recettes d'une italienne à Montréal

rise of the sourdough preacher

Of homemade bread, food and other recipes / Una storia di pane fatto in casa, cibo ed altre ricette

Crumpets & co.

...pasticci culinari e non solo...

Mostracci di Elena Terenzi

...Ogni volta dico a me stesso che è l'ultima volta, ma poi sento il profumo della sua cioccolata calda...

atBB's

Under the same roof... an architect, a journalist & a little baby girl

Ostriche

Laboratorio di cucina e altre storie

cakegardenproject

cake garden and plus

Con Un Poco Di Zucchero

Quel che accade nella cucina di una food blogger

http://www.lagreg.it/

...Ogni volta dico a me stesso che è l'ultima volta, ma poi sento il profumo della sua cioccolata calda...

lefrivolezzedisimo

cosa sarebbero la vita e la cucina senza frivolezze ...

Panelibrienuvole

Ricette, suggestioni e divagazioni

Sweetie's Home

...Ogni volta dico a me stesso che è l'ultima volta, ma poi sento il profumo della sua cioccolata calda...

Arabafelice in cucina!

...Ogni volta dico a me stesso che è l'ultima volta, ma poi sento il profumo della sua cioccolata calda...

- VANIGLIA - storie di cucina

...Ogni volta dico a me stesso che è l'ultima volta, ma poi sento il profumo della sua cioccolata calda...

Kitty's Kitchen

...Ogni volta dico a me stesso che è l'ultima volta, ma poi sento il profumo della sua cioccolata calda...

Labna

...Ogni volta dico a me stesso che è l'ultima volta, ma poi sento il profumo della sua cioccolata calda...

Anice&Cannella

...Ogni volta dico a me stesso che è l'ultima volta, ma poi sento il profumo della sua cioccolata calda...

Un dejeuner de soleil

...Ogni volta dico a me stesso che è l'ultima volta, ma poi sento il profumo della sua cioccolata calda...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: